Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, 12 positivi ogni 100 tamponi durante le feste di Natale

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Rieti, dal 22 al 26 dicembre, al drive in della Asl in via del Terminillo, sono stati eseguiti 3775 tamponi con 462 nuovi positivi in meno di una settimana. Quindi il 12,2% di cittadini che per una realtà come quella di Rieti e della sua provincia non è poco. Ieri il numero dei nuovi positivi è stato di 88 ma rimane sempre alto considerando che non sempre i tamponi eseguiti il giorno stesso vengano anche processati tutti. Gli operatori sanitari sono tra l’altro convinti che nei prossimi giorni, a causa delle feste e del prossimo Capodanno, i numeri saliranno ancora. Ciò che sta tenendo, grazie alle seconde e terze dosi, sono i ricoveri a malattie infettive e soprattutto in terapia intensiva anche se la pressione al pronto soccorso è comunque alta e stessa cosa dicasi per il drive in dove ormai, ogni giorno, si registra la stessa lunghissima coda di auto in fila con cittadini in attesa di sottoporsi a tampone molecolare.

 

Moltissimi anche i romani che, come confermato anche dall’azienda sanitaria, si recano al drive in reatino. Molti di loro sono arrivati nelle seconde case nei comuni della provincia o al Terminillo e quindi il luogo più vicino è ovviamente Rieti. Da qui il super affollamento. In sofferenza anche gli uffici del Sisp della Asl che devono monitorare costantemente chi è a casa in quarantena, positivo o meno, e rispondere alle chiamate delle centinaia di cittadini che chiedono risposte. Da qui la possibilità che nei prossimi giorni, come accadde durante la seconda ondata, il numero del personale venga aumentato.

 

E’ di ieri la nota con cui la direzione aziendale della Asl ricorda che dodici mesi fa, il 28 dicembre del 2020, la Asl di Rieti con un evento denominato “V-Day”, avviava presso il De Lellis di Rieti la più estesa ed organizzata vaccinazione degli ultimi decenni. In dodici mesi la Asl di Rieti ha raggiunto le 236.000 somministrazioni e le 38.000 somministrazioni in terza dose. 98.000 cittadini hanno completato il ciclo vaccinale primario e 101.000 cittadini si sono vaccinati con almeno una dose di vaccino, 9.000 circa sono stati i cittadini che si sono vaccinati in prima dose dal 15 al 26 dicembre 2021”. Un ringraziamento, da parte della direzione generale va al personale sanitario, che “ha lavorato senza soluzione di continuità avviando un percorso che ha portato l’Azienda a vaccinare in ogni luogo possibile: dall’ospedale, alle RSA e Case di Riposo, dalle scuole ai luoghi di lavoro, dal comune capoluogo al più lontano comune e frazione del reatino, che è stato raggiunto con mezzi sanitari mobili, spesso tra mille difficoltà: la macchina organizzativa non si è mai fermata. In questi mesi sono stati organizzati decine di eventi di sanità pubblica tra Open Day, Open week e Tour vaccinali per cercare di raggiungere anche i cittadini più lontani e distratti. Uno sforzo organizzativo garantito dalla collaborazione dei Sindaci del territorio e dei Medici e Pediatri di famiglia, con un’ampia risposta civica da parte dei cittadini che con grande senso di responsabilità e vicinanza, hanno deciso di sostenere la battaglia dell’azienda contro il virus”. E proprio grazie alla campagna vaccinale “la situazione presso il De Lellis risulta sotto controllo.