Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Covid Rieti, contagi in aumento. Preso d'assalto il drive in della Asl

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Rieti torna ad essere stretta dalla morsa del Covid e il giorno di Santo Stefano è stato segnato da 900 positivi nel Reatino, 68 i nuovi registrati ieri. Nei giorni precedenti il numero dei nuovi positivi aveva sempre superato i cento andando ad aumentare il totale che, secondo le previsioni, continuerà a salire anche nei prossimi giorni.

Anche ieri, sin dalle prime ore della mattina due lunghe file auto provenienti dall’ex Manicomio e dalla caserma della Guardia di Finanza fino alla rotatoria di via Togliatti, con a bordo cittadini diretti al drive della Asl in via del Terminillo dove, già da venerdì, a parte lo stop per il giorno di Natale, per eseguire il tampone molecolare. Già dalle 7.30 molte le macchine ferme lungo le due corsie che portano alle postazioni.

I tamponi molecolari eseguiti superano ogni giorno i mille con gli operatori della Asl che lavorano a ritmo serrato, in due postazioni, per procedere all’accettazione e successivamente all’esecuzione del tampone in altrettante postazioni. Il giorno della Vigilia, vista la situazione creatasi la Asl ha sottolineato “l’aumento esponenziale della curva dei contagi tanto che centinaia di cittadini si riversano al drive-in di via del Terminillo per eseguire un tampone con il flusso di auto che forma lunghe code anche nelle vie di comunicazione adiacenti”. Ed infatti si rende ormai necessaria la presenza dei due vigilantes dell’azienda che gestiscono le due file oltre alla Polizia municipale che monitora il traffico. Oggi sarà un nuovo giorno di code ed attesa perché la percentuale dei positivi continua ad aumentare. Le farmacie sono letteralmente prese d’assalto per l’esecuzione dei test antigenici rapidi, molti dei quali risultano positivi portando poi i cittadini a recarsi al drive in per il tampone molecolare. E’ corsa anche alle Ffp2, mascherine tornate nuovamente obbligatorie prima con l’ordinanza del presidente della Regione Zingaretti e poi dalle decisioni del Governo. Se aumentano i positivi e i tamponi molecolari, fortunatamente corre veloce anche la campagna vaccinale con gli operatori sanitari che hanno continuato a lavorare anche sotto le feste per la somministrazione sia all’ex Bosi che all’Hub Amazon di Passo Corese. La campagna vaccinale proseguirà nei prossimi giorni. Il 31 dicembre il centro vaccinale ex Bosi sarà aperto dalle 8 alle 12, mentre il centro Amazon di Passo Corese sarà aperto dalle 12 alle 18. Rimarrà chiuso l’hub della Verdirosi. Il nuovo anno inizierà sempre con la vaccinazione presso l'ex Bosi dalle 10 alle 12. Situazione delicata in questi giorni di festa anche al pronto soccorso del De Lellis con un accesso di pazienti che ha registrato un incremento notevole e impegno costante, oltre che al limite, per il personale medico ed infermieristico con moltissimi cittadini che non avendo risposta dai medici di famiglia e dal Sisp, che il 25 è rimasto chiuso, si sono recati in ospedale dopo aver manifestato sintomi. Ad oggi i reparti dedicati ai pazienti Covid registrano un aumento dei ricoveri anche se per la maggior parte si tratta di ricoveri in reparti ordinari dedicati. In terapia intensiva il numero dei pazienti rimane ancora basso.