Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, sicurezza a Monterotondo. Arrivano 52 telecamere

Matteo Torrioli
  • a
  • a
  • a

È stato completato il sistema di videosorveglianza sul territorio del Comune di Monterotondo, in particolare al Centro Storico. È stata completata l’attivazione dei tre progetti “Politica di sicurezza urbana” avviati alla fine dello scorso anno e che portano per il momento a 52 il numero delle telecamere installate sul territorio comunale. Sicurezza Urbana, scuole sicure e sicurezza partecipata: sono questi i tre progetti interconnessi che, da qualche giorno, sono divenuti finalmente realtà. Il primo progetto, finanziato dalla Regione Lazio con fondi del Ministero degli Interni, prevede la “videosorveglianza delle zone in cui si è alzato il livello di controllo per prevenire condotte illecite e tutelare l’incolumità pubblica, il decoro e il patrimonio pubblico: 22 telecamere a controllo del Centro storico, degli ingressi della stazione ferroviaria, del parco Arcobaleno, della Passeggiata, di piazza Berlinguer e del deposito APM in piazza Martiri delle Foibe”.

Zone sensibili e molto frequentate, specialmente dai più giovani. Il progetto Scuole sicure, finanziato dalla Prefettura con fondi del Ministero degli Interni, prevede la videosorveglianza di tutte le scuole superiori del territorio al fine di prevenire lo spaccio di sostanze stupefacenti e comportamenti illeciti in prossimità degli Istituti. Infine la Sicurezza partecipata, progetto che ha portato ad un accordo con le attività produttive e il consorzio CAIMO grazie al quale è stato possibile installare e gestire un sistema di videosorveglianza, per un totale di 23 telecamere, a copertura totale dell’area industriale. Da oggi quindi sarà possibile una videosorveglianza h24 dalla sala operativa allestita presso il Comando di Polizia locale e già nel prossimo futuro è previsto un ulteriore ampliamento del numero di videocamere e quindi la copertura di altre zone del territorio comunale.

“L’aumento di installazioni di videosorveglianza nel territorio comunale, punto previsto nel programma di governo - afferma il sindaco Riccardo Varone - è una risposta importante alle criticità e uno strumento che consente di rispondere ad esigenze urgenti di maggior controllo e sicurezza soprattutto in zone sensibili come il centro storico, l’area industriale e le scuole, un supporto fondamentale alle attività della polizia locale e delle Forze dell’ordine”.