Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, Coldiretti e Confartigianato presentano al vescovo Pompili la nuova pasta tutta sabina

  • a
  • a
  • a

Per il secondo anno consecutivo Confartigianato, con la collaborazione di Coldiretti e la Fondazione Symbola, rinnovano l’iniziativa che ha come obiettivo quello di valorizzare l’artigianato e la tradizione del Presepe. La statuina è stata consegnata, nella giornata del 22 dicembre al vescovo Domenico Pompili, da una delegazione in rappresentanza di Confartigianato Imprese Rieti e da Coldiretti Rieti.

Erano presenti per Confartigianato Maurizio Aluffi, Clara Odorici e Giulio De Luca Marchioni, per Coldiretti Luca Canala e Paolo Conti. Presente anche don Valerio Shango, direttore dell’Ufficio diocesano per i problemi sociali e il lavoro. È stata l’occasione per presentare la nuova realtà imprenditoriale reatina “Nuova Ioannilli e Meloni”, che proprio in occasione delle festività natalizie ha lanciato sul mercato la pasta tutta reatina, fatta di grani coltivati in questo territorio. “Quest’anno la pasta Ioannilli e Meloni – ha spiegato Giulio De Luca Marchioni – dopo anni torna in commercio, con la benedizione del vescovo Domenico Pompili. La storia si ripete: mio nonno produceva grano qualche decennio fa e riforniva il pastificio “Ioannilli e Meloni”. Ora “Compagnia Agricola Sabina”, sugli stessi terreni, produce grano che diventa la pasta Meloni.

"Per me – ha concluso Giulio, è una grande soddisfazione essere presidente del cda della Pasta Meloni e far parte di questa realtà nata da poco ma già in grande crescita”. Dopo gli interventi di Maurizio Aluffi e Luca Canala, il vescovo, nel ringraziare i presenti si è soffermato sul difficile momento ma anche sui segnali positivi che arrivano dal territorio. Ha invitato Confartigianato e Coldiretti ad andare avanti con forza e decisione per cogliere tutte le opportunità che potranno arrivare dalla piena attuazione del Pnrr.