Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Un polo universitario che abbracci anche Terni e Viterbo

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Nuova riunione della commissione cultura del Comune di Rieti, questa mattina, per affrontare il delicato tema del futuro dell'università. A relazionare ai consiglieri guidati dalla presidente Onorina Domeniconi sulla situazione della Sabina Universitas e su ciò che potrebbe accadere a breve e media scadenza è stato il presidente del Consorzio, Maurizio Chiarinelli. Ottimismo è la parola chiave e ricorrente nel discorso del presidente Chiarinelli, consapevole delle difficoltà indotte dal momento storico di vacche magre per gli Enti locali e quindi per i soci del Consorzio, ma fiducioso sul prosieguo dell'esperienza universitaria. Anche alla luce del fatto che, nel corso degli anni, si è riusciti a tagliare di molto le spese di gestione e allo stesso tempo a garantire un'offerta formativa sufficiente ad attrarre oltre mille iscritti, la metà dei quali di fuori Rieti, generando quindi anche una significativa economia in città. Tra le proposte emerse anche quella della creazione di un futuro polo universitario che abbracci le città di Terni, Viterbo e Rieti. IL SERVIZIO COMPLETO SUL CORRIERE DI RIETI E DELLA SABINA IN EDICOLA IL 24 OTTOBRE