Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, caro pedaggi. Sindaci pronti a bloccare l'autostrada A24

Francesca Sammarco
  • a
  • a
  • a

I sindaci e gli amministratori di Lazio e Abruzzo impegnati nella lotta contro il “caro pedaggi” e per la sicurezza della A24/A25, evidenziano con un comunicato la grave e preoccupante inerzia del “Governo dei “migliori” che, occupato in affari megalomani, perde di vista i problemi terreni che quotidianamente attanagliano i cittadini” e annunciano nuove manifestazioni: una il 23 dicembre a Palazzo Madama, l’altra il 27 dicembre con corteo lumaca in un tratto delle due autostrade. C’è delusione e indignazione dopo l’incontro del 13 dicembre al Ministero dei Trasporti, in cui non solo non hanno avuto le risposte attese, ma sono stati trattati in modo non istituzionale, ricevendo solo 5 delegati e lasciando fuori altri sindaci venuti appositamente, a ciò si aggiunge la mancata risposta di Senatori e Deputati alla richiesta di un incontro.

 

E’ duro il comunicato dei sindaci in seguito alla proposta di sterilizzazione degli aumenti dei pedaggi (dal 1 gennaio) solo per 4 mesi quando servirebbero ‘pochi spiccioli’ per dare risposte concrete: “Basterebbe che il “marziano” scendesse sulla terra umanizzandosi e comprendesse che governare un Paese è ben più complesso che gestire una banca, circostanza dolorosamente nota ai tanti Sindaci che quotidianamente si scontrano con i problemi reali. È ora che il nostro Governo e i rappresentanti parlamentari, eletti dal popolo, ascoltino le voci dei “piccoli Amministratori” e diano finalmente risposte concrete e non semplici “toppe pulisci coscienza”. A questa assordante indifferenza, rispondiamo con nuove azioni”. Il 23 Dicembre, dalle ore 10,30 i Sindaci e gli Amministratori di Lazio e Abruzzo, insieme ai rappresentanti degli autotrasportatori, ai rappresentanti regionali invitati, ai cittadini che vorranno unirsi, torneranno a far sentire la propria voce a Palazzo Madama a Roma per rammentare ai parlamentari, impegnati nell’approvazione della legge di bilancio, di trovare una soluzione concreta e definitiva al problema dei pedaggi e della sicurezza delle due autostrade e il 27 Dicembre, in un tratto della A24/A25, verrà organizzato un “corteo lumaca” insieme ai tir degli autotrasportatori, per ribadire, a gran forza “la necessità di chiudere definitivamente questa “vicenda all’italiana”. Una vicenda iniziata nel 2018, che attende ancora una soluzione alla richiesta di un nuovo Piano Economico Finanziario per Strada dei Parchi, mai aggiornato dal 2013 “non molliamo e prenderemo tutte le iniziative necessarie ad evitare il rincaro delle tariffe dal 1 gennaio”.

 

 

 

Per la provincia di Rieti aderiscono i sindaci di Paganico Sabino, Colle di Tora, Ascrea, Collalto Sabino, Pescorocchiano, Petrella Salto, Collegiove, Nespolo, Borgorose, Varco Sabino, Concerviano, Marcetelli, Fiamignano, Antrodoco, Palombara Sabina, Turania, il presidente di Anci Abruzzo Gianguido D’Alberto e del Lazio Riccardo Varone, i commissari delle comunità montane IX, X e VII.