Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Controlli nei negozi di prodotti alimentari etnici: due denunce, multa e sequestro di 150 kg di cibo

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

I reparti dei carabinieri dipendenti dal comando provinciale di Rieti, in collaborazione con il nucleo antisofisticazione e sanità di Viterbo, hanno eseguito una serie di controlli negli esercizi commerciali sorti da alcuni mesi nel centro della città, dediti alla vendita di prodotti alimentari etnici, al termine dei quali sono state rilevate non poche irregolarità di natura sanitaria e amministrativa. I militari hanno denunciato alla procura della Repubblica un cittadino di origine nigeriana, I.H.C., 41enne  residente a L'Aquila, responsabile di una ditta individuale commerciale di prodotti alimentari etnici. Nel corso del controllo, sono state riscontrate gravi carenze igienico-sanitarie relative allo stato di conservazione di prodotti ittici e di carne (alimenti privi di confezione, posti alla rinfusa all'interno di frigoriferi e congelatori a diretto contatto con le pareti degli stessi) e accertata la vendita di prodotti ortofrutticoli privi delle previste informazioni relative alla tracciabilità del prodotto. Oltre alla denuncia, si è proceduto al sequestro di circa 150 chili di prodotti alimentari per un valore complessivo di oltre 3.000 euro nonché alla contestazione sanzionatoria amministrativa per un importo di 3.000 euro. Nel corso di analogo controllo a un altro esercizio alimentare di articoli etnici africani, i carabinieri hanno segnalato alla competente autorità sanitaria, per i provvedimenti di competenza, un secondo cittadino straniero, 39enne, residente nel capoluogo reatino, titolare di ditta individuale all'interno della quale sono state rilevate anomalie e inosservanze amministrative relative alle condizioni strutturali dei locali.