Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, Terminillo. Raccolta firme per avere un bancomat in montagna

S. L.
  • a
  • a
  • a

Rilanciare il Terminillo? Prima pensiamo a ripristinare i servizi essenziali. Confartigianato Imprese Rieti – Delegazione di Terminillo ha raccolto l’appello degli operatori economici e dei turisti che lamentano da tempo la mancanza di servizi essenziali per poter lavorare o vivere con tranquillità nella località montana. Una delle priorità è senz’altro la richiesta di installazione di uno sportello Bancomat.

 

Confartigianato, da sempre in prima linea per il rilancio del comprensorio, tramite il delegato al Terminillo, Matteo Monaco, ha avviato un’opera di sensibilizzazione verso tutte quelle attività che rappresentano il vero tessuto economico della montagna. Questa azione si è concretizzata in una raccolta firme che ha registrato l’unanime consenso di chi della montagna vive. Le attività economiche locali hanno sottoscritto un documento con la richiesta da presentare a Poste Italiane in modo da dotare Terminillo di un Bancomat BancoPosta. La petizione è stata consegnata al direttore provinciale di Poste Italiane, Pietro Pistoni. “E’ importante rendere appetibile il comprensorio dotandolo di servizi essenziali - sottolinea Matteo Monaco -. La stagione sciistica è in avvio, la concorrenza non manca, non possiamo perdere altro tempo. È assurdo che un’area montana di questo pregio non sia dotata almeno di un bancomat, fondamentale anche per tutte le attività attive tutto l’anno e che rappresentano quelle residenzialità indispensabile per fa sì che Terminillo viva tutto l’anno”.

 

“Per combattere lo spopolamento non basta dire, ma occorre fare - spiega Maurizio Aluffi, direttore di Confartigianato Imprese -. Non è pensabile che operatori economici, turisti, sportivi, debbano venire a Rieti per poter fare anche per prelevare contanti. Ci siamo rivolti a Poste Italiane perché sensibile alle problematiche del territorio. Come possiamo – conclude Maurizio Aluffi – guardare al rilancio di Terminillo, ai grandi progetti, se non ci sono nemmeno i servizi essenziali per vivere?”.