Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, in Comune arrivati i primi 15 neoassunti

  • a
  • a
  • a

Alla fine ha vinto la sua battaglia. L’assessore comunale al Personale Oreste De Santis ha incassato ieri un risultato importante. Forse più importante per le quindici persone che da ieri hanno trovato un lavoro che per lui. Ma di certo è stata premiata anche la sua determinazione e quella dei suoi collaboratori che hanno lavorato molto per portare a casa il risultato. Ieri sono ufficialmente entrate in pianta stabile le prime quindici assunzioni. Altre 16 arriveranno nei prossimi giorni dopo un passaggio con sindacati e ufficio di collocamento. Ma il più, dicono dal Comune, è fatto.

“Quella di ieri è una giornata di festa - ha detto De Santis - sono orgoglioso di questi ragazzi che da oggi (ieri ndr) entrano a far parte della nostra famiglia. Sono tutti giovani, dai 21 a i 30 anni, tutti determinati e vogliosi di iniziare. C’è chi arriva dai paesi vicini, chi da Terni, addirittura da Avellino. Un grande risultato e nei prossimi giorni completeremo l’opera portando dentro altre 16 assunzioni che portano il totale a 31, non male. Soprattutto per chi diceva che non saremmo riusciti a centrare l’obiettivo. E invece contro tutto e tutti siamo riusciti ad assumere. E per questo devo dire grazie ai dirigenti e a tutto il personale dell’ufficio che ha lavorato tanto per arrivare a questo risultato”. Ieri quindi hanno fatto ingresso 14 nuovi dipendenti e un dirigente.

Per gli altri 16 si dovranno rispettare dei passaggi con sindacati e ufficio di collegamento. “Ma è solo un passaggio formale, assicura l’assessore Oreste De Santis. Un ruolo importante in questa vicenda lo ha avuto il dirigente Sonia Salvi. “Sono felice per questi ragazzi e sono soddisfatta per il lavoro che abbiamo svolto in questi mesi. Dopo la prima tranche di giugno ora arriva quest’altra infornata. Abbiamo raggiunto un obiettivo che all’inizio si pensava impossibile. Organizzare un concorso sotto pandemia non è stato semplice. Oggi vediamo i risultati dei nostri sforzi. Entrano a lavorare con noi ragazzi pieni di entusiasmo e questo non farà che bene a tutti noi. In bocca al lupo al loro”.