Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, aumento pedaggi autostradali: i sindaci reatini al Ministero

Francesca Sammarco
  • a
  • a
  • a

Pedaggi A24/A25: la Questura, che inizialmente aveva messo telefonicamente in forse l’autorizzazione, non l’ha poi formalizzata e una nutrita rappresentanza di sindaci di Lazio e Abruzzo impegnati nella lotta contro l’aumento dei pedaggi e la sicurezza delle due autostrade, ha potuto manifestare ieri mattina (24 novembre) davanti al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, chiedendo risposte agli impegni presi il 28 ottobre con il ministro Enrico Giovannini, i commissari alla sicurezza Maurizio Gentile e ai trasporti Emiliano Fiorentino.

 

“Siamo stati ricevuti dal vice capo di gabinetto Giancarlo Caselli, il quale ci ha assicurato che al Ministero stanno continuando a cercare una soluzione su come ‘sterilizzare’ l’aumento con provvedimenti governativi – commenta Velia Nazzarro,  sindaco di Carsoli e portavoce dei sindaci, ricevuta insieme al sindaco di Vicovaro Fiorenzo De Simone, al presidente della Provincia de l’Aquila Angelo Caruso, al Presidente del Consiglio regionale del Lazio  Marco Vincenzi, al sottosegretario ai trasporti della Regione Abruzzo Umberto D’ Annuntiis – Ci siamo dati appuntamento al  Ministero per il 13 dicembre e abbiamo chiesto la presenza dei commissari Gentile e Fiorentino. Nel frattempo, il 1 dicembre, ci incontreremo nuovamente con tutti i sindaci e istituizoni nella sala consiliare di Carsoli per organizzarci. Vogliamo soluzioni, con l’aggiornamento del Piano Economico Finanziario di Strada dei Parchi, fermo al 2013. L’aumento del 36% per centro sarebbe un duro colpo per i cittadini che rappresentiamo e per tutta l’economia”.

 

L’aumento colpirebbe famiglie abbienti e meno abbienti, studenti, pendolari, turismo, trasporto merci. In piazza per la provincia di Rieti i sindaci di Paganico, Nespolo Collegiove, il delegato di Collalto Sabino. I presidenti regionali Nicola Zingaretti e Marco Marsilio sono al fianco dei sindaci in questa lotta, iniziata dal 2018 e che ha visto solo un temporaneo stop ai rincari, che dal 1 gennaio scatterebbero con gli arretrati. Per quanto concerne la sicurezza delle due arterie, oltre alla manutenzione delle infrastrutture, nei giorni scorsi, dopo un orso marsicano, è stato ucciso un altro cervo, quinto animale selvatico in due mesi. Per la provincia di Rieti aderiscono i sindaci di Paganico Sabino, Colle di Tora, Ascrea, Collalto Sabino, Pescorocchiano, Petrella Salto, Collegiove, Nespolo, Borgorose, Varco Sabino, Concerviano, Marcetelli, Fiamignano, Antrodoco, Palombara Sabina, Turania, il presidente di Anci Abruzzo Gianguido D’Alberto e del Lazio Riccardo Varone, i commissari delle comunità montane IX, X e VII.