Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, autostrada e caro pedaggi sull'A24. Manifestazione a rischio

Francesca Sammarco
  • a
  • a
  • a

Pedaggi A24/A25: gennaio si avvicina portando con sé un aumento del 36%, ma ‘c’è chi dice no’ e lo dice da tempo. I sindaci di Lazio e Abruzzo sono impegnati da tre anni nella lotta contro il “caro-pedaggi” e per la sicurezza delle due importanti arterie. Nel constatare “l’assordante silenzio del Ministro e il mancato rispetto degli impegni assunti nell’incontro del 28 ottobre” i sindaci hanno annunciato una manifestazione a Roma domani dalle 10 alle 13 presso il piazzale antistante il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.

 

Ma anche in questo caso ‘c’è chi dice no’ ed è la Questura di Roma “con una telefonata nella quale venivano comunicati non meglio precisati problemi per il rilascio dell’autorizzazione alla manifestazione. Non sono finora pervenuti atti scritti di diniego, perciò noi andiamo avanti” commentano la portavoce Velia Nazzarro sindaco di Carsoli e il sindaco di Cineto Romano, Massimiliano Liani per la Valle dell’Aniene. I sindaci invitano alla partecipazione al loro fianco tutti i Consiglieri Regionali, i Deputati e i Senatori di Lazio e Abruzzo.

 

 

L’incontro con il ministro Enrico Giovannini, i commissari alla sicurezza Maurizio Gentile e ai trasporti Emiliano Fiorentino e una delegazione di sindaci aveva scongiurato una manifestazione già annunciata e aperto uno spiraglio con l’impegno di ‘sterilizzare’ gli aumenti con provvedimenti governativi al di fuori del Pef, che per Autostrada dei Parchi prevede fondi solo per lavori ordinari di manutenzione. Nel rispetto istituzionale i sindaci hanno atteso pazientemente un riscontro, invitando nel frattempo i presidenti delle Regioni Lazio e Abruzzo (Zingaretti e Marsilio) ad un incontro nel comune di Carsoli “per intraprendere un percorso comune finalizzato alla creazione del tavolo istituzionale, più volte sollecitato, di cui i sindaci devono essere parte indispensabile e diretta a pianificare future iniziative per affrontare le tematiche connesse alla mobilità generale e sostenibile delle nostre due Regioni”. Zingaretti e Marsili sono a fianco dei sindaci. Per la provincia di Rieti aderiscono i sindaci di Paganico Sabino, Colle di Tora, Ascrea, Collalto Sabino, Pescorocchiano, Petrella Salto, Collegiove, Nespolo, Borgorose, Varco Sabino, Concerviano, Marcetelli, Fiamignano, Antrodoco, Palombara Sabina, Turania, il presidente di Anci Abruzzo Gianguido D’Alberto e del Lazio Riccardo Varone, i commissari delle comunità montane IX, X e VII.