Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, stabilizzati 42 precari al lavoro per la ricostruzione

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Dopo cinque anni i 500 lavoratori precari impiegati per la ricostruzione nei Comuni del cratere sisma 2016 saranno stabilizzati. A sancirlo, attraverso la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale, il Decreto firmato dal Presidente del Consiglio, Mario Draghi. Di questi 42 operano da oltre 5 anni nei vari Comuni del Reatino danneggiati dal terremoto del 2016 e prima ancora del 2009.

 

 

“E' una notizia molto importante, perché si offre finalmente una prospettiva stabile di lavoro a persone che da cinque anni sono impegnate, come precari, in questa difficilissima operazione - ha sottolineato il Commissario Straordinario, Giovanni Legnini -. Ringrazio il presidente del Consiglio Draghi, il ministro Brunetta che ha lavorato intensamente per questo decreto così come il Governo ed il Parlamento che l'anno scorso decisero di stanziare le risorse nella Legge di Bilancio. Adesso - ha concluso Legnini - è necessario fare in modo che queste risorse, assunte a tempo indeterminato, restino a servizio della ricostruzione per il tempo necessario”.

 

Una notizia auspicata e accolta con soddisfazione dai sindaci dei comuni del cratere del Reatino. “Molti Comuni - sottolinea il sindaco di Amatrice, Giorgio Cortellesi - sono ancora devastati ed hanno necessità di accelerare i tempi della Ricostruzione alla quale hanno contribuito anche queste persone altamente qualificate”. Per il sindaco di Cittareale, Francesco Nelli “il decreto rende giustizia a quei ragazzi che in questi anni hanno operato in situazioni di assoluta emergenza ma lo hanno fatto con estrema professionalità. Personalmente ho sempre sollecitato Legnini affinché si arrivasse alla loro stabilizzazione proprio per evitare che professionalità e competenze andassero perse con gravi conseguenze per noi amministratori”.
I lavoratori da stabilizzare impiegati nella ricostruzione in provincia sono così distribuiti: Accumoli 9, Amatrice 6, Antrodoco 1, Borbona 3, Cittareale 3, Cittaducale 3, Leonessa 4, Micigliano 2, Poggio Bustone 2, Provincia di Rieti 6, Rieti 2, Rivodutri 1. A questi vanno ricordati anche i 7 lavoratori assegnati all’ente Parco Naturale Gran Sasso e Monti della Laga.