Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, morto carbonizzato in casa. Disposti nuovi accertamenti a Castelnuovo di Farfa. Chi è la vittima

T. B.
  • a
  • a
  • a

Sono in corso nuovi accertamenti sul corpo di Luigi Cipollini, l’82enne morto tra le fiamme della sua abitazione in via dei Coronari nella notte tra mercoledì e giovedì. In particolare si dovranno accertare le cause che hanno dato vita all’incendio. L’uomo, infatti, è stato ritrovato dai soccorritori a terra, già privo di vita, e con il corpo parzialmente carbonizzato.

Il camino era spento quindi l’ipotesi più accreditata che si sta facendo largo tra gli investigatori è quello che l’82enne sia stato vittima di un malore o di un colpo di sonno mentre stava fumando il sigaro che, se fosse confermata questa ipotesi, cadendo sul suo corpo avrebbe trovato facile esca nei vestiti che indossava l’uomo prendendo fuoco e non dando praticamente scampo all’anziano. Saranno i rilievi eseguiti dai vigili del fuoco e dai carabinieri della locale stazione a confermare o meno questa eventualità.

 

 

La salma di Cipollini, che viveva in paese da diversi anni, è stata trasferita all’ospedale De Lellis di Rieti a disposizione del magistrato che dovrà stabilire se eseguire o meno l’autopsia. Nel frattempo della disgrazia sono stati messi al corrente la sorella, proprietaria dell’immobile, e il figlio dell’uomo che non vivono a Castelnuovo di Farfa. L’immobile, in attesa dell’esito delle indagini, è stato messo sotto sequestro mentre ancore non è stato decisa la data dei funerali. La tragedia ha scosso la piccola comunità dove Luigi Cipollini viveva da diversi anni.