Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Abbandono di rifiuti, 170 persone multate

 L'assessore Valentini

  • a
  • a
  • a

   Abbandono indiscriminato dei rifiuti: per il Comune di Rieti è tolleranza zero. L’assessore all’Ambiente Claudio Valentini “è la prima volta che una campagna del genere viene messa in campo nel capoluogo, abbiamo sanzionato 70 persone per abbandono di rifiuti in aree extra urbane e 100 persone per migrazione dei rifiuti”. Presto nuovi strumenti di foto rilevazione mobili permetteranno di essere ancora più incisivi. Rieti e la gestione dei rifiuti, sono molti coloro che auspicano che la raccolta differenziata arrivi a  coprire il 100% del territorio comunale, ma anche molti i cittadini che praticano comportamenti incivili come l’abbandono di materiale ingombrante e non in aree extra urbane, spesso di grande valore ecologico e paesaggistico ed altrettanti che, pur residenti in zone in cui vige la raccolta differenziata, o addirittura provenienti da latri Comuni, raggiungono quei quadranti in cui questa non è ancora prevista, come il centro storico, e lì usano i cassonetti stradali in maniera impropria. Claudio Valentini, in veste di assessore all’Ambiente, ma come ricorda lui stesso anche in veste di ex appartenente al Corpo Forestale dello Stato, dichiara guerra a questi atteggiamenti sconsiderati. Una guerra che non sta combattendo da solo, ma insieme agli assessori alla innovazione Tecnologica Emiliana Guadagnoli e quello alla Polizia Municipale Onorina Domeniconi. Valentini spiega “si tratta di una collaborazione tra tre assessorati quello all’Ambiente, quello all’Innovazione Tecnologica che ci ha permesso di selezionare le migliori telecamere sul mercato e quello alla Polizia Municipale che fornirà gli operatori”. Le criticità ormai sono chiare all’Amministrazione “abbiamo sanzionato più di 100 persone per la migrazione dei rifiuti e 70 attraverso l’uso di fototrappole per abbandono di rifiuti in aree come Colle San Mauro, La Foresta, Castel Franco, l’area nei pressi di Casa Penta, la strada che conduce a Sala”. Forse alcuni ancora non sanno che dove è previsto sia fatta la raccolta differenziata questo costituisce un obbligo, e qualunque comportamento diverso può essere sanzionato, sanzioni che dalla prossima settimana potranno essere comminate anche grazie a nuovi sistemi di fotocamere mobili, che verranno di volta in volta posizionate in zone diverse, così da poter approfittare di un effetto sorpresa sui trasgressori e monitorare zone sempre diverse. I cittadini sono avvisati, sul tema Valentini è intenzionato ad indossare gli abiti dello sceriffo.

Alessandro Toniolli