Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, scuola. Si allarga la protesta degli studenti contro il doppio turno

Esplora:

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Il liceo Rocci di Passo Corese torna in stato d’agitazione dopo le proteste della scorsa settimana. E stavolta non da solo. A scioperare contro i doppi turni di ingresso ed uscita dai plessi scolastici disposti dall’Ufficio Scolastico Regionale sono stati, nella giornata di ieri, anche gli studenti dell’istituto “Elena Principessa di Napoli”, nel capoluogo, dove gli studenti sono rimasti a casa in segno di protesta. Una protesta congiunta e condivisa, che da Passo Corese ha ora raggiunto anche il capoluogo, senza escludere una suo potenziale allargamento anche verso altre scuole.

 

 

Appoggiando i rappresentanti del Liceo Rocci di Passo Corese, anche i ragazzi e le ragazze dell’Elena Principessa di Napoli hanno indetto uno sciopero, per denunciare la situazione dei mezzi di trasporto e delle entrate scaglionate – si legge in una nota dei rappresentanti degli studenti del plesso scolastico di piazza Mazzini - torniamo a casa a orari indecenti, molti non hanno neanche i mezzi e i genitori devono continuamente chiedere permessi al lavoro per venire a prendere i propri figli. Il diritto allo studio deve essere garantito, e questi orari non lo permettono. Tornando a casa tardi e partendo presto la mattina studiare diventa difficoltoso, insieme all'assenza di tempo per fare sport, socializzare e dedicare tempo ad altre attività. Con gli studenti del Rocci chiediamo di essere ricevuti dalla Prefettura di Rieti, per avviare un tavolo di confronto con tutti gli organi competenti e discutere sulla situazione dei mezzi e degli orari scaglionati”.

 

 

E intanto da Passo Corese, dopo aver incassato l’appoggio del Partito Democratico di Fara Sabina, la protesta del liceo “Rocci” ottiene anche il sostegno dei giovani democratici di Fiano Romano, sulla sponda opposta del Tevere, da dove ogni mattina decine e decine di ragazzi si recano a scuola presso il polo didattico di Fara Sabina. “Appoggiamo la richiesta d’incontro degli studenti al Prefetto di Rieti – dicono dal coordinamento dei giovani del Pd di Fiano Romano – così da permettere a tutti di tornare a casa in orario corretto. Noi Giovani Democratici Fiano Romano, insieme al Partito Democratico di Fara in Sabina, ce l'abbiamo messa tutta per aiutarli durante questa situazione delicata e ci auguriamo si risolva presto nel migliore dei modi, non resta che aspettare”.