Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, morto di Covid a 38 anni. La famiglia da un anno aspetta l'esito dell'autopsia

  • a
  • a
  • a

Aldo Merchiolli è una delle oltre 300 vittime di Covid nel Reatino. La più giovane. Aveva 38 anni quando il maledetto coronavirus lo ha stroncato. È morto all’ospedale De Lellis il 29 ottobre 2020 dopo essere stato ricoverato in Terapia intensiva per qualche giorno. E’ passato quindi quasi un anno ma i familiari del 38enne continuano a vivere una sorta di incubo e soprattutto non riescono ad avere la “certificazione” di quella morte attraverso l’autopsia eseguita tre giorni dopo il decesso dal medico legale di cui la famiglia non ha ancora ricevuto il responso ufficiale delle autorità sanitarie.

Il fratello Sergio, così come gli altri componenti la famiglia, non sa darsi pace. “La morte di Aldo è ancora avvolta da troppi dubbi – racconta Sergio –. I medici al momento del decesso hanno parlato di miocardite e pericardite (infiammazioni che possono interessare il cuore, ndr) ma a un anno dalla sua scomparsa non abbiamo ricevuto ancora il responso dell’autopsia. Tutto questo è assurdo come assurdo è morire a 38 anni senza avere patologie”. La famiglia di Aldo Merchiolli ha quindi deciso di affidarsi ad un avvocato (Luca Conti del Foro di Rieti) e di presentare un esposto alla Procura della Repubblica. “Abbiamo chiesto che fosse eseguita l’autopsia perché la sua morte non ci convinceva - sottolinea Sergio -. Di solito occorrono un paio di mesi per avere il responso e invece dopo un anno siamo ancora in attesa che la Procura di Rieti ci faccia sapere qualcosa. I solleciti sono continui ma nessuno risponde. Abbiamo bisogno di sapere cosa sia successo di avere documenti ufficiali necessari anche per avviare una serie di questioni assicurative utili a garantire tranquillità a suo figlio. Ad oggi non sappiamo ancora di cosa sia morto davvero mio fratello”.

 

Intanto il virus continua a contagiare le persone a testimonianza che l’emergenza sanitaria è ancora in corso. All’esito delle indagini eseguite nelle ultime 24 ore si sono registrati 11 nuovi soggetti positivi al test Covid 19 su 305 taponi eseguiti di cui 5 a Fara in Sabina e 3 a Montopoli di Sabina. Si sono registrati 5 nuovi guariti ma il numero totale dei positiviì e salito a 141.