Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Presto via i passaggi a livello dalla città

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Definita la convenzione per la soppressione di 10 passaggi a livello, in città e nelle frazioni, concordata tra l’amministrazione comunale e Rete ferroviaria italiana. Un risultato che giunge al termine di un lungo confronto tra le parti, interrotto mesi fa dall’avvicendamento dei responsabili di Ferrovie al risanamento acustico e soppressione dei passaggi a livello, con i nuovi che hanno dovuto riprendere in mano la documentazione riaprendo il confronto con il dirigente comunale del settore Lavori pubblici con cui verificare i dettagli tecnici della convenzione. A darne notizia sono il consigliere con delega ai Trasporti, Moreno Imperatori, e l’assessore Antonio Emili (Lavori pubblici). “Il documento – dicono da Palazzo di Città - prevede la realizzazione degli studi di fattibilità tecnico-economica relativi a 10 passaggi a livello sul territorio comunale, oltre a quello finalizzato all’adeguamento del sottopasso di via Fundania per permettere il passaggio anche ai mezzi pesanti di maggiore altezza”.

Attraverso la concordata convenzione, il Comune, come noto, non assume alcun impegno finanziario né obbligo in merito alla realizzazione delle soppressioni che, aggiungono dall’Ente, verranno scelte e concretizzate con atto successivo una volta acquisiti tutti i progetti preliminari. Il passo amministrativo successivo sarà quello di portare la convenzione all’attenzione dei consiglieri comunali attraverso la convocazione della commissione Urbanistica guidata da Matteo Carrozzoni. L’ok di Rfi, arrivato ieri (al momento non c’è alcuna approvazione ma solo il sì ai contenuti della convenzione), rappresenta una tappa importante e da tempo attesa nel lungo percorso che porterà al compimento del processo di eliminazione di 10 attraversamenti a raso, 2 in più rispetto agli 8 di cui si era finora parlato: 4 a Poggio Fidoni e Sant’Elia, uno in viale Maraini – quello su cui si concentrano le difficoltà maggiori che il Comune sta cercando di superare programmando di intervenire anche sul sottopasso di via Fundania, al momento impercorribile da parte dei mezzi più alti -, uno in via Angelo Maria Ricci, 3 a Valle Oracola e uno in via dei Flavi.

Tra gli aspetti al vaglio di una lunga verifica, nei mesi scorsi, anche quello relativo all’importo della fideiussione a carico del Comune, mentre è cosa acquisita e accettata da tempo da Ferrovie che tutti i soldi stanziati – 670 mila euro circa per ciascun passaggio a livello – rimarranno in città. La firma della convenzione, disse tempo fa il consigliere Imperatori, vorrà dire, innanzitutto, partire con l’eliminazione dei 4 attraversamenti tra Poggio Fidoni e Sant’Elia, “dove si procederà in tempi brevissimi essendo già prevista la viabilità alternativa”; più complesso l’iter per gli altri 6.