Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, sicurezza. Rafforzati i controlli nella Valle del Turano

  • a
  • a
  • a

Maggiori controlli e potenziamento della rete di videosorveglianza già presente. Ma soprattutto maggiore sinergia e collaborazione tra le forze dell’ordine, polizia locale, guardiaparco e sindaci dei Comuni presenti nel territorio. Questo, in sintesi, l’incontro che si è svolto presso il Palazzo del Governo, che ha visto il comandante provinciale dei carabinieri, colonnello Bruno Bellini e il presidente della Riserva naturale Monti Cervia e Navegna, Giuseppe Ricci, che hanno sottoscritto un accordo finalizzato a rafforzare ed ottimizzare il controllo e la sicurezza del territorio della Valle del Turano con il contributo sinergico delle forze in campo, alla presenza del prefetto Gennaro Capo, del questore Maria Luisa di Lorenzo e dei sindaci dei Comuni di Castel di Tora, Ascrea e Paganico Sabino

 


L’iniziativa si ricollega agli esiti di una riunione del Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica tenutasi nel 2016 nella sede della Comunità montana alla quale avevano partecipato i sindaci della Valle per sollecitare l’adozione di misure atte a rafforzare la sicurezza di quel territorio. In quell’occasione gli enti coinvolti si erano impegnati a svolgere una più attenta vigilanza ed assicurare l’interscambio di informazioni. A seguito delle determinazioni assunte in occasione del Comitato per ordine e la sicurezza pubblica del 23 giugno scorso, presieduto dal Prefetto su sollecitazione del sindaco di Castel di Tora anche a nome degli altri primi cittadini dell’area, è stato sottoscritto l’accordo elaborato congiuntamente dai carabinieri di Rieti e dalla Riserva Naturale Regionale, finalizzato “ad assicurare una maggiore, sinergica collaborazione nel contesto delle attività di controllo del territorio, anche con l’obiettivo di migliorare la gestione dei crescenti flussi turistici attirati dalle risorse ambientali di quel territorio”.

 

In particolare la Compagnia carabinieri di Rieti, il Gruppo forestale carabinieri di Rieti e i guardiaparco che già operano all’interno della Riserva Naturale sorveglieranno l’area protetta, verificheranno il rispetto e l’applicazione delle norme regolamentari, delle leggi nazionali e regionali in materia di tutela ambientale, antibracconaggio e antincendio boschivo. L’accordo prevede altresì il costante e permanente interscambio informativo tra carabinieri, Riserva regionale, questura e polizia stradale (per gli aspetti di specifica competenza) finalizzato “all’ottimale utilizzo delle risorse disponibili e alla possibile implementazione dell’attuale sistema di videosorveglianza”. Il prefetto, i sindaci dei Comuni della Valle del Turano e i rappresentanti delle Istituzioni e degli Enti presenti hanno espresso “soddisfazione per la conclusione dell’accordo che consentirà di innalzare il livello di sicurezza del territorio della Valle”.