Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, sosta selvaggia. Raddoppiate le multe

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Più controlli, da qualche settimana a questa parte, nelle aree di sosta non contrassegnate dalle strisce blu. E i risultati si sono subito visti con le multe raddoppiate in appena due mesi. Invocate a gran voce da commercianti e residenti in diverse zone della città, sembra che le verifiche stiano dando man mano i loro frutti. L’assunzione, recente, di quattro vigili urbani ha rafforzato il numero di pattuglie chiamate a girare in lungo e in largo per le strade del comune per evitare che le auto lasciate in sosta ovunque creino problemi al traffico pedonale e automobilistico.  Nell’incontro a luglio scorso tra i negozianti di Porta Romana – l’area più commerciale della città – e il Comune, l’assessore Daniele Sinibaldi (Attività produttive) aveva recepito le istanze degli esercenti riguardo un servizio di raccolta dei rifiuti potenziato, che tenesse cioè conto delle esigenze dei tanti negozi e locali che insistono in quella zona, e maggiori controlli per evitare il fenomeno della sosta selvaggia. 

 

 

“I controlli ad opera della polizia locale sono stati rafforzati – assicura l’assessore – per monitorare le aree di sosta, mentre con Asm stiamo organizzando un servizio di raccolta rifiuti più intensivo in vista di settembre, specie di carta e plastica. L’Asm – aggiunge -, intanto, ha già provveduto a rimuovere i cassonetti, prima utilizzati da tutti, in piazza Cavour”. 

 

 

La conferma di un rafforzamento delle verifiche contro la sosta selvaggia arriva anche dall’assessore Onorina Domeniconi (Polizia locale) che parla di pattugliamenti nelle zone più critiche della città e, in generale, in tutto il territorio: in centro storico, con un occhio di riguardo a piazza Cesare Battisti dove, dopo i numerosi interventi dei vigili a luglio scorso, pare che la situazione sia migliorata, ma anche in via Tancredi, all’altezza della gelateria Napoleone e del negozio di abbigliamento Cattani, dove le auto sostano regolarmente stringendo sensibilmente le carreggiate e costringendo le macchine a percorrere quel tratto come se ci fosse un senso unico alternato (qui la situazione è andata migliorando ma non è stata risolta.
“E’ un caos – si lamenta Ines Millesimi, che abita proprio lì sopra – e con l’apertura delle scuole andrà peggio); così come in viale Matteucci e in altre aree. Nel frattempo, come detto, i vigili urbani, con le recenti assunzioni, sono saliti a 40, 11 dei quali sono deputati specificamente ai controlli di cui parliamo, che nel bimestre luglio-agosto hanno portato a 66 contravvenzioni rispetto alle 36 del bimestre precedente, concentrate proprio nelle aree adiacenti Porta Romana".