Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, bus. Il 35% dei passeggeri non paga. Lo studio di Asm

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

I controlli a campione sugli autobus del trasporto pubblico locale non sono un deterrente sufficiente a scoraggiare quanti – e sono tanti – salgono sui mezzi senza aver acquistato prima il biglietto. Su 2 milioni di passeggeri trasportati in un anno dai pullman dell’Azienda servizi municipali, il 35% gira gratuitamente in lungo e in largo per il comune di Rieti senza possedere un titolo di viaggio; una fetta consistente che costa all’Asm 50 mila euro l’anno di mancati incassi, somma che incide e non poco sui bilanci di un’azienda che coi proventi della vendita dei biglietti del trasporto locale introita 150 mila euro l’anno.

 

“Sono stime – sottolinea il presidente Vincenzo Regniniche si riferiscono all’era pre Covid”, avendo la pandemia pesato un bel po’ su questo settore come sul resto dei servizi e della maggior parte dei comparti economici a causa del crollo della domanda. Somma, i 150 mila euro, che non comprende la bigliettazione legata agli abbonamenti, la maggior parte dei quali sono scolastici, su cui, sottolinea Regnini, “non esiste evasione”. “A questo proposito – aggiunge il presidente dell’Asm – vorrei precisare che la nostra azienda, su richiesta della Regione Lazio, ha restituito le somme versate per gli abbonamenti dell’anno scorso e relativi al trasporto scolastico, anticipando di tasca propria denaro di cui attendiamo la restituzione da parte della stessa Regione”. Somma che potrebbe e dovrebbe essere ben più elevata se l’Azienda servizi municipali centrasse l’obiettivo, fissato dalla legge, del raggiungimento del 35%, indice, cioè, pari a quanto dovrebbe introitare dalla vendita dei titoli di viaggio e che per l’Asm si attesta intorno al 10%. “Un obiettivo, quello del 35% - dicono dall’azienda di via Donatore di Sangue – che difficilmente le imprese del trasporto locale raggiungono”. Per ottimizzare gli incassi arginando l’evasione tariffaria servirebbero più controlli sui 32 autobus che circolano per le strade di Rieti, organizzati in 35 linee a garanzia delle 347 corse giornaliere che si muovono nell’arco orario che va dalle 4,30 alle 23. Più controlli che potrebbero essere assicurati da un maggior numero di controllori per verifiche più capillari e non a campione come avvengono adesso ma che costerebbero all’Asm cifre importanti in termini di personale destinato allo scopo.

 

Con l’avvicinarsi dell’avvio del nuovo anno scolastico, Asm Rieti lancia la campagna abbonamenti a tariffe agevolate rivolta agli studenti frequentanti le scuole di ogni ordine e grado del Comune di Rieti. La data di avvio sarà quella di mercoledì 1 settembre. Quest’anno l’azienda ha raddoppiato il proprio impegno e per facilitare la cittadinanza oltre all’ufficio clienti Asm presso la sede aziendale di via Donatori di Sangue n.7, sarà possibile rivolgersi anche presso l’ufficio Visit Rieti, sito in Piazza Vittorio Emanuele II. Due le tipologie di abbonamento: il mensile studenti da 9.30 euro riservato agli alunni frequentanti la scuola dell’obbligo (fino al secondo anno di superiori e 15 anni di età), residenti a Rieti, utilizzabile solo durante il periodo scolastico, e l’annuale studenti da 124 euro sottoscrivibile da tutti gli studenti, residenti e non, compresi gli universitari. Ulteriori informazioni al numero 0746.251482.