Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, morto a 20 anni in un incidente. Gianluca Mistico deceduto dopo nove giorni di agonia

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

È deceduto nella tarda serata di giovedì 19 agosto Gianluca Mistico, il ventenne rimasto coinvolto in un gravissimo incidente stradale lungo la Terminillese l'11 agosto scorso.  Intorno alle 3 di notte, la Ford Fiesta su cui viaggiava seduto al posto del passeggero e guidata da un amico, è uscita fuori strada andando a colpire prima un pino, poi il guardrail e infine il muretto di una delle villette che si affacciano sulla strada prima di finire la sua corsa nel fosso sottostante.  Le condizioni di Gianluca erano apparse subito gravissime ai soccorritori del 118 giunti sul posto dopo pochi minuti tanto che dal momento dell’arrivo all’ospedale De Lellis i sanitari avevano escluso il trasporto a Roma con l’elicottero proprio a causa delle condizioni in cui versava il ragazzo che, durante l'urto con il muro, aveva battuto violentemente la testa riportando un trauma che lo ha tenuto praticamente privo di conoscenza fino a giovedì sera quando i sanitari hanno accertato la morte cerebrale e dichiarato decretato il decesso

In questi nove lunghi giorni Gianluca non è stato mai lasciato solo. Ha avuto spesso accanto i genitori e fuori dal De Lellis si sono dati il cambio gli amici e gli ex compagni di scuola in attesa di una buona notizia che purtroppo non è mai arrivata.  Due giorni fa i genitori avevano parlato con i medici per decidere se firmare il consenso per l'espianto e la donazione degli organi dopo che il ragazzo aveva manifestato complicanze polmonari che avevano aggravato il quadro clinico.  Il personale sanitario lo aveva capito da subito che le speranze erano praticamente nulle visto che il quadro clinico era ulteriormente peggiorato già il giorno successivo all'incidente stesso. Incidente di cui al momento non si conoscono le cause anche se, i carabinieri non escludono l'ipotesi che un animale abbia attraversato la strada proprio mentre passava l'auto su cui viaggiavano Gianluca e l'amico. Quest ultimo era alla guida e probabilmente per schivarlo potrebbe aver perso il controllo della macchina che ha carambolato più volte prima di finire contro il muro di un'abitazione dopo aver colpito alcune auto parcheggiate lungo la strada che corre parallela alla terminillese. 

 

Lì finisce la corsa della Ford Fiesta con i rottami grigio metallizzati nel fosso. Il coetaneo che era alla guida, proprio per la dinamica dell'incidente, non ha riportato traumi, ma per Gianluca la situazione è stata purtroppo ben diversa.  La notizia dell'incidente e ieri della morte del ventenne reatino hanno lasciato sgomenta una città intera visto che anche i genitori erano molto conosciuti.