Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, Provincia approva bilancio. Investimenti su scuole e strade

Alessandro Toniolli
  • a
  • a
  • a

La Provincia di Rieti approva il bilancio consuntivo, il presidente Mariano Calisse “centrati gli obiettivi che ci eravamo posti”. A Palazzo D’Oltre Velino è tempo di tirare le fila dell’ultimo anno di amministrazione, una verifica contabile ma non solo “parliamo di un bilancio consuntivo con cui si chiude una contabilità annuale e si verifica se gli obiettivi posti con il bilancio di previsione, alla luce di questo posso dire che siamo riusciti a lavorare tutti i finanziamenti che avevamo posto in bilancio di previsione e quindi a realizzare in un anno opere di manutenzione stradale ed investimenti sulle scuole e ambiente, parliamo di investimenti in conto capitale, quindi fuori dal bilancio ordinario, per circa sei milioni e mezzo di euro, quindi non considerando la manutenzione ordinaria che era già finanziata”.

Valori importanti ed in crescita, ma che per essere gestiti richiedono una dotazione di personale diversa da quella su cui l’ente poteva contare “siamo riusciti a ricostruire un buon organigramma composto da quattro dirigenti e siamo riusciti ad arrivare ad un numero di funzionari superiore del 40% rispetto ai primi tempi della riforma Del Rio. Prima della riforma la Provincia poteva contare su trecento collaboratori, quando io sono entrato in carica eravamo centotrenta con solo due dirigenti, ora siamo riusciti ad arrivare a quattro dirigenti e centoquarantotto dipendenti. Persone che dagli uffici porta avanti i piani straordinari”. Obiettivi che rendono orgoglioso il presidente, che però sottolinea anche un altro aspetto importante che si evidenzia dal bilancio consuntivo “siamo riusciti ad apportare due modifiche al bilancio, una di sei milioni di euro con la quale è stato finanziato un nuovo edificio a Passo Corese destinato alle scuole superiori ed una nuova palestra che stiamo progettando al nuovo Istituto Alberghiero. Oltre a questo abbiamo inserito in bilancio tre milioni di euro per opere di manutenzione straordinaria sui ponti della provincia”.

Soddisfazione, ma anche desiderio di fare di più “abbiamo richiesto alla Regione Lazio che ci vengano assegnate le deleghe allo sport ed alla caccia. Purtroppo la nostra Regione, a differenza di altre, ancora non norma in maniera precisa quali sono le deleghe da riassegnare alle Province, operiamo ancora in un processo transitorio che ormai dura da anni”. Altro settore in cui si potrebbero raggiungere obiettivi ancora maggiori è quello della viabilità “sulle strade provinciali la vera emergenza è la manutenzione straordinaria, avremmo voluto fare qualcosa in più”. Una Provincia che cerca di riconquistare un ruolo importante “avevamo pochi dipendenti e poco motivati dal sentirsi in un ente destinato alla chiusura, ora la macchina amministrativa è ricostruita, abbiamo preso un fondo straordinario di messa in sicurezza delle strade che vale per i prossimi ventitré anni, sarà comunque importante continuare a puntare a riprendere un maggior numero di deleghe, non è scontato riuscire a mantenere questi livelli, è necessario molto lavoro”.