Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, Palazzo Javarroni sarà riqualificato. L'Ater ottiene il finanziamento dal governo

  • a
  • a
  • a

Migliorare la qualità dell’abitare attraverso il recupero di complessi storici in disuso, la ristrutturazione di immobili di residenza pubblica nel centro e la riqualificazione di alcuni quartieri. Il finanziamento delle tre proposte presentate dal Comune di Rieti nell'ambito del PInQA di poco inferiore ai venti milioni di euro permetterà di cambiare volto alla città e al suo centro storico dove molti edifici in disuso insistono. Potevano presentare le domande solo i Comuni capoluogo di provincia anche d'intesa con le Ater e le Regioni.  L'Ater della provincia di Rieti, sulla base del progetto di fattibilità di cui l'azienda si è dotata nel 2019, ha curato la domanda per il finanziamento delle somme che sono necessarie per i lavori di completamento di Palazzo Javarroni in via della Verdura di proprietà dell'Ater ad eccezione di piccola frazione immobiliare. 

 

L'accordo sottoscritto tra il Comune di Rieti il soggetto destinatario del finanziamento, e l'Ater, il soggetto attuatore delle opere di completamento finanziate dal PInQA (Piano nazionale qualità dell’abitare) per l'intervento di recupero strutturale è finanziato con fondi della Regione Lazio e per il quale è in corso la progettazione definitiva ed esecutiva relativa al restauro e risanamento conservativo dell’edificio storico che i due Enti vorrebbero sottrarre al degrado restaurandone la funzione sociale e residenziale. “Sarà quindi necessario che il Comune metta tempestivamente a disposizione dell'Ater le risorse finanziarie che saranno erogate al fine del buon esito della iniziativa” sottolinea il presidente di Ater Cricchi.

 

Altro intervento finanziato in accordo con l'Ater riguarda interventi di sistemazioni esterne che interessa anche il complesso costruito dallo Iacp in via Lama. In questo caso la proposta progettuale è stata curata dal Comune di Rieti. “Come sempre più spesso accade la collaborazione istituzionale Stato, Regione, Comune ed in questo caso l'Ater è alla base delle occasioni di finanziamento e della realizzazione di opere importanti per il territorio - prosegue il presidente Giancarlo Cricchi -. Ora sarà compito delle nostre strutture tecnico-amministrative che, nonostante la ridotta capacità di organico, potranno portare a termine gli interventi di riqualificazione e di potenziamento dell'edilizia residenziale pubblica".