Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, botte alla moglie. La donna finisce in ospedale. Trentenne di Castelnuovo di Farfa arrestato per maltrattamenti

  • a
  • a
  • a

Botte alla moglie, un trentenne di Castelnuovo di Farfa arrestato per maltrattamenti in famiglia. La donna è finita al pronto soccorso per le percosse subite. I carabinieri di Castelnuovo di Farfa, hanno arrestato un trentenne della Bassa Sabina, in flagranza di reato per maltrattamenti ai danni della moglie. I militari sono intervenuti la sera del 18 luglio, domenica scorsa, a seguito di richiesta telefonica pervenuta alla centrale operativa della Compagnia di Poggio Mirteto tramite il Numero Unico di Emergenza Europeo 112, da parte di una donna che segnalava una violenta aggressione ai suoi danni presso la sua abitazione.

 

I militari giunti sul posto procedevano immediatamente a prestare soccorso alla donna che lamentava forti dolori e presentava evidenti segni di percosse causate dall’uomo nel corso della lite scaturita per futili motivi; quindi veniva successivamente soccorsa anche da personale sanitario ed accompagnata presso l’ospedale di Rieti per le cure del caso. La donna decideva infine di formalizzare una denuncia-querela nei confronti del proprio marito. Dai successivi accertamenti, emergeva che era vittima di violenti maltrattamenti da cinque anni circa e che non aveva mai trovato il coraggio di segnalarli alle competenti autorità, come per altro avviene spesso in questi casi, per paura di ancor più gravi ritorsioni da parte del coniuge. Raccolti gli elementi necessari, i Carabinieri hanno quindi arrestato l’uomo e lo hanno sottoposto alla misura degli arresti domiciliari presso la propria abitazione in attesa dell’udienza di convalida. 

 

Il 20 luglio il Giudice per le Indagini Preliminari di Rieti, dopo aver convalidato l’arresto, ha emesso nei confronti dell’uomo un’ordinanza di “divieto di avvicinamento” alla donna che ha ovviamente lasciato la casa teatro delle ripetute violenze.Pur essendo tornato in libertà non potrà avvicinarsi, fino a che resterà in atto l'ordinanza, alla donna. Il tutto in attesa della chiusura delle indagini da parte della Procura.