Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, oltre 3 milioni per la cittadella dello sport

Alessandro Toniolli
  • a
  • a
  • a

Cittadella dello sport, affidati i lavori a breve partiranno i cantieri, il consigliere con delega allo sport Roberto Donati “gli impianti salvo imprevisti verranno consegnati entro cinque mesi”. Caustico il consigliere ed ex assessore Giovanni Ludovisi “quelle progettate da noi sono le uniche opere che possono raccontare di aver portato avanti”. Gli interventi previsti riguardano l’ammodernamento e l’ampliamento del Pala Cordoni con un investimento di 1.095.000 euro, la realizzazione del Parco dello Sport lungo Via Theseider lato Fiume Velino con un investimento di 850.340 euro e l’ammodernamento e ampliamento della Piscina comunale scoperta con un investimento di 1.054.000 euro.

Donati commenta soddisfatto “sono interventi importanti, andiamo a risolvere il problema della piscina consegnando ai cittadini un impianto riqualificato e con maggiori servizi, come una seconda vasca e gli scivoli. Speriamo di poter trovare dei gestori che vogliano portare avanti un progetto a medio - lungo termine, con una concessione di 5 anni più 5 anni, come stiamo facendo in generale per gli impianti sportivi, magari che vogliano anche investire facendo lavorare la struttura 12 mesi”. Il Parco dello Sport è invece una struttura completamente nuova “credo sia l’intervento di maggiore impatto, si mette a disposizione un’area verde dove praticare sport e wellness in completa sicurezza, ci saranno campi da basket per il 3 contro 3, campi da calcio a 5 e si riqualifica un’area sostanzialmente abbandonata da sempre”. Per il Pala Cordoni il consigliere sottolinea i meriti dei progettisti “crescerà il campo così da poter ospitare manifestazioni di livello regionale, cresce anche il numero di posti a sedere, migliorati con il posizionamento dei seggiolini, e crescono gli spogliatoi. Avremo un nuovo palazzetto multi funzionale in cui, per esempio si potrà tornare ad ospitare il pugilato, oltre il basket, la pallavolo e la ginnastica”.

Per completare l’offerta Donati ora pensa ad una foresteria sportiva che possa ospitare fino a 100 atleti in occasione delle manifestazioni di livello nazionale e internazionale “stiamo già lavorando sulla progettazione”. Sarcastico il commento di Giovanni Ludovisi, ora consigliere comunale, che nel 2017 da assessore curò il progetto “è comprensibile la gioia del consigliere e del Sindaco, soprattutto in considerazione del fatto che queste sono le uniche opere che possono raccontare di aver portato avanti. Ogni volta li ritroviamo talmente soddisfatti nel raccontarne l’evoluzione da dimostrare di averne dimenticato l’origine nonché il senso unitario del progetto originario. Consiglierei loro di non perdere altro tempo in sondaggi inutili su possibili gradimenti politici, spendendo piuttosto il poco tempo rimasto a redigere almeno una flebile traccia di una loro idea di città”.