Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, inaugurati i nuovi campi sportivi a Campoloniano

Paola Corradini
  • a
  • a
  • a

Un nuovo campo da calcetto, un campo regolamentare di basket tre contro tre, una pedana da bocce, un grande spazio verde e l’istallazione di una panchina arcobaleno simbolo dei diritti Lgbt+. Questo è il nuovo Parco Sportivo Elettra Pollastrini, realizzato dall'Ater in un’area inserita tra i complessi abitativi di sua proprietà proprio nella via che porta il nome di una delle madri costituenti. Tutto ciò è stato possibile grazie a fondi regionali come ha ricordato Giancarlo Cricchi presidente dell'Ater che ha parlato di “un’importante opera di riqualificazione per tutto il quartiere”. “Abbiamo scelto questo luogo – ha aggiunto Cricchi - perché aveva tutte le caratteristiche per realizzare quello che oggi vediamo. C'era lo spazio per realizzare sia i campi che l'area verde circostante. E' una grande soddisfazione per il complesso Ater di via Pollastrini e credo sarà utile per tutto il quartiere come anche per quello di Campoloniano che s trova a pochi passi, come per tutta la città”. Una mattinata di festa che ha visto le istituzioni accanto a bambini e ragazzi che hanno immediatamente buttato un pallone in mezzo al campo ed iniziato a giocare. Tra i presenti alla cerimonia d’inaugurazione anche l’assessore regionale alle Politiche Abitative, Massimiliano Valeriani e il consigliere regionale Fabio Refrigeri.

“Le periferie non si curano soltanto con ricette filosofiche – ha sottolineato Valeriani – ma si curano con interventi che cambiano la vita delle persone vivere in periferia avere a disposizione un quartiere che offre spazi di socialità, di incontro la possibilità di fare sport sotto casa è quartiere che si vive meglio e si restringe sempre di più la sacca di emarginazione e di degrado. Questo è il grande obiettivo questi interventi non ce ne sono altri”. Per Fabio Refrigeri il Parco Sportivo Elettra Pollastrini “è un segnale molto importante per la città e ci tenevamo a fare quest'inaugurazione e a dire la verità ci teneva anche il presidente Zingaretti ad essere presente, ma abbiamo preferito fare una scelta differente, è estate ed era giusto poter utilizzare al più presto questi campi mettendoli subito a disposizione dei ragazzi e di tutti i cittadini. Voglio ringraziare l'Ater, il suo presidente, il consigio d'amministrazione e tutti coloro che hanno lavorato alacremente per consentire un risultato come questo”.

E la gioia è palpabile, non solo tra chi ha già iniziato a giocare e a rincorrersi, ma anche tra le altre autorità presenti all'intra cui il questore Maria Luisa Di Lorenzo e il comandante provinciale dei carabinieri Bruno Bellini.