Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, scontro sull'acqua a Fara Sabina. La minoranza attacca il sindaco Cuneo: "Tariffe aumentare anche grazie a lei"

pa.gio.
  • a
  • a
  • a

Non si placa il botta e risposta tra l’amministrazione comunale e il gruppo consiliare di minoranza di “Fara Merita” sulla gestione del servizio idrico da parte di Aps. Dopo la replica del sindaco all’azione politica dei consiglieri Vincenzo Mazzeo, Lara Scipioni e Franco Cipriani, arriva a stretto giro la contro-replica degli stessi consiglieri, che “in riferimento alle dichiarazioni della sindaca Cuneo circa le criticità che abbiamo inteso evidenziare sul tema dell’inefficiente servizio idrico offerto da Aps in ambito comunale, ci limitiamo a dire che giudicare in termini di ‘malafede’ un’attività seriamente portata avanti da un gruppo consiliare nell’interesse dei cittadini, oltre che risultare sgarbato sul piano istituzionale denota un evidente nervosismo sui cui motivi non ci interessa comunque indagare. Circa il contenuto di quanto dalla stessa dichiarato, la invitiamo a convincere non tanto noi ma i cittadini – in particolare quelli che fruiscono del servizio idrico a singhiozzo – circa la capacità ed efficienza gestionale della società Aps, nonché della estrema tempestività nel riconoscere e rimborsare quanto indebitamente richiesto per servizi non erogati o consumi non fruiti".

 

 

Poi la minoranza continua nell'attacco alla sindaca: "Ricordiamo anche che lei stessa ha contribuito, contrariamente all’impegno preso in consiglio comunale, all’aumento delle tariffe idriche – proseguono i consiglieri di Fara Merita - poiché non siamo spinti dalla malafede ma dalla voglia di agire per il bene comune, questo gruppo consiliare continuerà a porre la giusta attenzione alle tematiche che riguardano i diritti dei cittadini, auspicando che anche da parte della Sindaca vi possa essere più consapevolezza che se si intende tutelare le famiglie è necessario garantire una migliore fruizione dei servizi pubblici essenziali piuttosto che avere in mente di organizzare improbabili ‘Festival’ alle medesime dedicate”.

 

 

Con l'arrivo della stagione calda sono iniziate le "tensioni" legate alla gestione idrica. In questo momento l'epicentro dello scontro per quanto riguarda l'acqua sembra essere proprio Fara in Sabina, ossia il secondo comune per grandezza della provincia ma di importanza sempre crescente a livello economico e occupazionale.