Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terremoto, ritorno a Illica. Sabato 10 luglio festa nella piazzetta che non c'è più

  • a
  • a
  • a

A quasi cinque anni dal terremoto che ha distrutto il centro Italia, la piazzetta di Illica si rianimerà per ospitare una festa comunitaria nata dalla collaborazione tra diverse associazioni di promozione sociale e  di valorizzazione dei prodotti enogastronomici locali. Sabato 10 luglio dalle ore 18, si svolgerà nella frazione di Accumoli spazzata via dal sisma del 24 agosto 2016, l’evento ‘Ritorno a Illica - Terra di cultura, sapori, musica e ospitalità’, organizzato dal Progetto ‘Comunità e Territorio’ e dal Comitato Illica Vive. L'evento vedrà la collaborazione della Comunità Laudato Si’ - Accumoli Amatrice e la partecipazione di ‘Retrogusto’, con il supporto del Nucleo Sommozzatori di Santa Marinella e il patrocinio gratuito del Comune di Accumoli.

 

Ricchissimo il programma della festa, che intende rievocare l’atmosfera delle sagre paesane per ricucire la coesione comunitaria distrutta prima dal terremoto e poi dalla pandemia: alle 18 si svolgerà l’apertura degli stand enogastronomici curati dalle aziende del territorio di Accumoli e Amatrice, alle 19 incontro con il professor Mario Polia che interverrà nella conferenza ‘Saggezza della terra, cultura rurale, radici e identità’, presso l’adiacente Lago Secco Country House’. Alle 20, cena comunitaria con prodotti e birre artigianali del territorio. La serata proseguirà con la musica tradizionale dell'Organetto di Renato e quella pop italian in acustico con ‘Sotto Mentite Spoglie’. Sia gli organizzatori che gli ospiti, potranno pernottare in tenda o presso le strutture ricettive del territorio che hanno collaborato straordinariamente con l'organizzazione.

 

“Ognuno di noi ha un ritorno a Itaca e per noi è Illica - ha spiegato Sabrina Fantauzzi, fondatrice del Comitato Illica Vive -  Stiamo attraversando un’odissea per rientrare nelle nostre case. Grazie al Progetto Territorio e Comunità, Laudato Si’ e Retrogusto che hanno lavorato sodo per questo appuntamento, Illica potrà per una sera rivivere la magia della sagra paesana che qui è sempre stato un momento di grande coesione umana”.  “E’ indispensabile – ha detto Massimiliano Baldacci coordinatore del progetto ‘Comunità e Territorio’ - ricucire quel tessuto comunitario oggi sfilacciato. La pandemia ha dato il colpo finale a un ambiente umano costretto già all’isolamento a causa del terremoto. Ma la vita pulsa, pulsa nel cuore dei giovani imprenditori che sono tornati da Roma per aprire attività agricole, pulsa negli agricoltori che hanno scelto di restare qui accanto alle loro colture, negli allevatori che continuano a governare mandrie e greggi e a girare per i pascoli montani”. Per gli organizzatori è doveroso ma non di rito “un ringraziamento speciale alla sindaca di Accumoli Franca D’Angeli che ha subito sostenuto questo evento”. Per il pernottamento, indispensabile chiamare le strutture ricettive della frazione e del territorio o per chi volesse potrà munirsi di tenda e dormire sotto le stelle.