Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, spari in aria per mettere in fuga i ladri acrobati. Paura a piazza Tevere

L. S.
  • a
  • a
  • a

Momenti di paura si sono vissuti nella notte tra giovedì 9 luglio e venerdì 9  nel popoloso quartiere di Piazza Tevere sulla Terminillese. Tutto questo perché la polizia è riuscita a sventare un furto con i ladri colti sul fatto. Addirittura uno di loro al momento dell’arrivo degli agenti si trovava sul balcone dell’appartamento ma è riuscito a dileguarsi tra le strade buie del quartiere rendendo vano ogni tentativo di inseguimento messo in atto. Neanche i colpi di pistola che sarebbero stati esplosi in aria a scopo intimidatorio (almeno come riferito da alcuni testimoni che hanno assistito all’intera scena) avrebbero scoraggiato il ladro che, come detto, ha fatto perdere le tracce forse aiutato nella fuga da un altro complice.

 

 

Secondo quanto ricostruito dalla polizia, un uomo ha cercato di introdursi all’interno di un appartamento del quartiere di Piazza Tevere, arrampicandosi sul discendente delle acque piovane, mentre un complice lo attendeva in strada, fungendo da “palo” per coprire la sua eventuale fuga.
Gli agenti della squadra volante dell’Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico della Questura, impegnati nei servizi di controllo del territorio, programmati dal Questore, Maria Luisa Di Lorenzo, sono immediatamente intervenuti, non appena giunta la segnalazione al “113” da parte di un cittadino che aveva notato il movimento sospetto dei due uomini. L’immediato intervento degli agenti della polizia di Stato ha costretto i ladri ad una precipitosa fuga, uno dei quali, quello che nel frattempo si era arrampicato nel balcone della palazzina, è stato quasi raggiunto dai poliziotti, salvato dalla cattura esclusivamente per la sua particolare agilità che gli ha consentito di scavalcare alte recinzioni dei palazzi circostanti prima di far perdere definitivamente le sue tracce. Nel frattempo tutte le volanti sono accorse nel quartiere di Piazza Tevere effettuando una ricerca ad ampio raggio che, se da un lato ha impedito che il furto fosse portato a termine, dall’altro non ha consentito di rintracciare i due ladri fuggitivi. Le ricerche, infatti, sono andate avanti fino all’alba ma dei due ignoti nessuna traccia è stata rinvenuta.

 

Tuttavia, sono in corso ulteriori accertamenti volti alla identificazione dei due potenziali ladri e sull’eventuale commissione di furti durante la notte appena trascorsa. Resta la paura dei residenti del quartiere spesso preso di mira da bande di ladri bene organizzate.