Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, il bollettino del 9 luglio. Nessun nuovo caso: i positivi restano 20

  • a
  • a
  • a

Nessun nuovo caso di Covid e nessun guarito nelle ultime 24 ore. E' quanto emerge dal bollettino sull'emergenza coronavirus della Asl di Rieti di venerdì 9 luglio. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 187 tamponi dunque il numero dei test effettuati dall'inizio della pandemia raggiunge 100.691. Sono ancora 20 i positivi in provincia di Rieti.

 

Nel Lazio oggi su oltre 8mila tamponi nel Lazio (+82) e quasi 16mila antigenici per un totale di quasi 24mila test, si registrano 135 nuovi casi positivi (+23), 3 decessi (-1), i ricoverati sono 135 (-4). I guariti sono 230, le terapie intensive sono 27. Il rapporto tra positivi e tamponi è allo 1,6% ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale scende allo 0,5%. I casi a Roma città sono a quota 98. L’Rt è in lieve rialzo, 0,7, e l’incidenza sotto quota 10 all’8,5/100mila abitanti. Lo comunica in una nota l’assessore alla Sanità e Integrazione Sociosanitaria della Regione Lazio, Alessio D’Amato. "La popolazione over 18  è  al 70% con prima dose e il 50% ha concluso il percorso vaccinale», continua D’Amato che annuncia che nel Lazio "superate 5,7 milioni di dosi somministrate. Nell’ultima settimana 398.370 dosi, +15% di somministrazioni rispetto a target. Campagna vaccinale prosegue in coerenza con indicazioni nazionali". "Ad oggi sono state superate 5,7 milioni di dosi di vaccino somministrate dall’inizio della campagna vaccinale. In particolare, nell’ultima settimana, sono state somministrate 398.370 dosi, registrando un +15% rispetto al target atteso di 348mila". Lo comunica in una nota l’Unità di Crisi  Covid 19 della Regione  Lazio.

 

Sono otto le Regioni e province autonome classificate a rischio moderato (Abruzzo, Campania, Marche, Bolzano, Trento, Sardegna, Sicilia e Veneto) e 13 a rischio basso (Basilicata, Calabria, Emilia-Romagna, Friuli Venezia-Giulia,  Lazio, Liguria, Lombardia, Molise, Piemonte, Puglia, Toscana, Umbria, Valle d’Aosta). Tutte le Regioni e province autonome hanno un Rt compatibile con uno scenario di tipo uno. Lo riporta la bozza del report Iss-ministero della Salute sul monitoraggio settimanale con i dati relativi alla settimana 28 giugno - 4 luglio.