Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, violenza sessuale. Tenta di abusare della moglie poi aggredisce i carabinieri. Argentino arrestato a Magliano Sabina

  • a
  • a
  • a

Prima ha tentato di violentare la moglie poi una volta che nell'abitazione sono arrivati i carabinieri per mettere fine alla lite tra i coniugi si è scagliato contro i militari. Alla fine un cinquantenne argentino è finito in manette. La notte di follia si è vissuta tra il 1 e 2 luglio a Magliano Sabina. I carabinieri dell stazione, insieme ai colleghi di Cottanello hanno arrestato M.J.H., 50 enne di nazionalità argentina, per violenza e resistenza a pubblico ufficiale tentata violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia ai danni della consorte convivente.    

L’uomo, nel corso della notte, in evidente stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di alcool, dopo avere avuto una violenta lite con la moglie, tentando anche di costringerla ad un rapporto sessuale non consenziente. La donna è riuscita a chiedere aiuto e poco dopo sul posto sono arrivati i carabinieri. Ma l'uomo era fuori di se, Ha aggredito con pugni, calci e spintoni i Carabinieri intervenuti. Poi in uno scatto d'ira si è provocato delle serie lesioni sbattendo violentemente la testa contro una finestra, I militari hanno faticato non poco a fermarlo.

C'è stato bisogno anche dei sanitari del 118 che hanno trasportato l'uomo all'ospedale San Camillo de Lellis di Rieti per una crisi depressiva. Un attacco di nervi che ha avuto come vittima prima la moglie poi i carabinieri. Due militari infatti sono rimasti feriti e sono stati portati anche loro al pronto soccorso. Sono ricorsi alle cure mediche hanno riportato lesioni giudicate guaribili in sette giorni. L'uomo una volta che sarà dimesso dovrà comunque rispondere delle ipotesi che gli vengono mosse dai carabinieri che sono intervenuti. E' stato denunciato e per lui le ipotesi sono di tentata violenza sessuale, maltrattamenti in famiglia e resistenza a pubblico ufficiale. Bisognerà capire se ci sono anche altri maltrattamenti in famiglia da segnalare.