Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, superbonus 110% per ristrutturare le case popolari. Lunedì 28 giugno apre il cantiere a Magliano Sabina

Simona Ruggeri
  • a
  • a
  • a

Lunedì 28 giugno verrà inaugurato il cantiere di riqualificazione energetica del complesso condominiale in via Tito Oro Nobili. Le 9 palazzine delle case popolari,  costruite tra il 1977 e il 1985, contano in totale 54 appartamenti e, grazie al bonus 110%, verranno nei prossimi mesi completamente ristrutturate. Tutta l’operazione – che prevede tra le altre cose il rifacimento del cappotto termico, l’adeguamento sismico delle palazzine, il cambio delle caldaie e degli infissi in tutte le abitazioni, l’istallazione di pannelli fotovoltaici sui tetti – sarà a costo zero sia per gli inquilini Ater che per i proprietari degli appartamenti, ossia quanti, nel frattempo, hanno acquistato gli immobili in quelle palazzine. Inoltre, verranno ritinteggiate anche le facciate dei 9 edifici, rimaste finora sempre bianche. I costi totali dei lavori dovrebbero ammontare ad oltre 6 milioni di euro totali, quindi circa 800 mila euro per ogni palazzina.

Il tutto fa parte di un più ampio progetto del Comune di Magliano Sabina che ha come obbiettivo la riqualificazione e la trasformazione del “quartiere case popolari” in un quartiere “green” a tutti gli effetti. I dettagli dell’operazione saranno svelati durante l’inaugurazione del cantiere che, come detto, è in programma lunedì. il cantiere sarà aperto subito dopo. Squadre di operai si alterneranno nelle varie palazzine. i lavori sono stati divisi in lotti e la ditta ha già diviso le varie palazzine. L’operazione ha avuto il placet dell’Ater e dei proprietari degli appartamenti che nel frattempo hanno acquistato casa. Il superbonus dunque sarà utilizzato per riqualificare il cuore del quartiere più popoloso del comune.

 


Infatti tra le case popolari, i tre complessi costruiti negli anni dalla Coop Tevere ‘78 (due palazzi all’inizio di via Veneto Lottii, il complesso a semicerchio intorno a piazza Aldo Moro e i palazzi costruiti insieme al supermercato prima Eurospin oggi Md) e le ville della zona, l’area compresa tra l’ospedale, vocabolo Muci, via Veneto Lotti e via Tito Oro Nobili è abitata da centinaia di persone. Ora tutta la zona sarà ancora più green.