Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Riorganizzare la macchina comunale la priorità di Cicchetti

Marco Fuggetta
  • a
  • a
  • a

Ancora una giornata di lavoro per Antonio Cicchetti che, oltre alla composizione della giunta, si sta occupando anche di quella che ritiene la vera urgenza di questo avvio, ovvero la funzionalità della macchina amministrativa. La riorganizzazione della macchina burocratica Per il centrodestra la capacità della macchina comunale di essere efficiente e veloce rischia di essere compromessa da un lato dalla carenza di personale, dall'altro dalla scarsità di dirigenti. Molti di essi, infatti, avevano il proprio rapporto di lavoro legato al mandato della precedente amministrazione e dunque, oggi, hanno terminato o stanno per terminare la loro esperienza in Comune, almeno nelle posizioni apicali ricoperte finora. La nuova Amministrazione dovrà quindi individuare nuove personalità a cui affidare settori delicatissimi, come ad esempio l'Urbanistica e i Servizi sociali. Si vocifera che il nuovo sindaco abbia intenzione di affidare in futuro la direzione di settori strategici a figure esperte ma che potrebbero avere anche la caratteristica dell'età relativamente giovane rispetto alle abitudini della pubblica amministrazione. Intanto, in attesa dei dirigenti che verranno, ieri in mattinata il sindaco ha incontrato quelli che ancora oggi operano in Comune. Con loro ha approfondito la situazione degli uffici, le eventualità potenzialità e le carenze. Stand by sulla Giunta Cicchetti sta lavorando attentamente anche alla composizione della nuova squadra di governo ma novità, rispetto alle voci dei giorni scorsi, non sembrano emergere. Tutti, infatti, restano in attesa delle decisioni del nuovo primo cittadino, che, secondo alcuni, potrebbero arrivare già in questa settimana. Entro il prossimo weekend, infatti, Cicchetti dovrà convocare il primo Consiglio della sua nuova stagione in Comune. E all'ordine del giorno sarà inserita anche la comunicazione della nuova Giunta.  Risolta la grana del Frosinone calcio Intanto la prima mina sul percorso della nuova amministrazione è stata disinnescata. Il Frosinone Calcio ha ufficializzato il ritiro al Terminillo dal 19 al 30 luglio, dopo che nei giorni scorsi si era diffusa l'ipotesi che potesse saltare tutto. Il gestore del campo d'altura e l'amministrazione comunale avrebbero trovato un'intesa che permetterà di svolgere anche interventi di manutenzione complementari e straordinari, oltre a quelli di routine, così da andare incontro alle richieste della società calcistica del presidente Maurizio Stirpe. I lavori dovrebbero concludersi entro una ventina di giorni.