Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, "La trattoria del cardinale". La presentazione del libro di Sabrina Vecchi

Francesca Sammarco
  • a
  • a
  • a

La prima presentazione del libro “La trattoria del cardinale” (ed. Paoline prefazione del vescovo Domenico Pompili, introduzione del giornalista Fabio Zavattaro, vaticanista), moderata da Romano Cappelletto, con la partecipazione dell’autrice Sabrina Vecchi (giornalista pubblicista, cura l’Ufficio Comunicazioni Sociali della Chiesa di Rieti, scrive di teatro, musica, spettacolo), don Andrea Ciucci (Pontificia Accademia della Vita, scrive ricette di cucina e di teologia), si è svolta online il 10 giugno sul profilo social delle Suore Paoline e sul canale Youtube.

Oggi domenica 20 giugno alle 19 la presentazione al chiostro di Sant’Agostino a Rieti, il 25 a Greccio. Il libro, 18 storie di convivialità e fede, è distribuito nelle librerie, si può ordinare sul sito delle Paoline e su Amazon. La cucina è il luogo in cui prendiamo consapevolezza che c’è qualcuno che si prende cura di noi e che il cibo è vita, soprattutto se c’è convivialità e condivisione. “Ho messo per iscritto piccoli episodi, qualche piacevole chiacchierata, alcuni momenti in cui è stato bello sedersi attorno a un tavolo assaporando contemporaneamente sia un buon piatto, sia la voglia di stare insieme”.

 

La narrazione è semplice, ma per nulla banale, tantomeno superficiale, per un “menu” (leggero ma sostanzioso) che passa dall’inaspettato arrivo di papa Francesco in una residenza per anziani (che ha messo in agitazione suor Mirella, che quel giorno aveva preparato solo bastoncini di pesce), l’intervista con Enzo Garinei che ha raccontato retroscena, aneddoti e il significato dell’indimenticabile “Aggiungi un posto a Tavola”, il ristorante Eau Vive al centro di Roma, gestito da suore “un’esperienza evangelica”, i tortellini del cardinal Matteo Zuppi (oggetto di dibattito per il ripieno di pollo) e non mancano tradizioni e ricette, come i biscotti di Santa Rita da Cascia, il coppo di San Francesco (suo piatto preferito), la colazione di Sant’Antonio.