Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti elezioni comunali, quattro nomi per il sondaggio del centrodestra: Emili, Donati, Sinibaldi e Palomba

Luca Feliziani
  • a
  • a
  • a

Quale sarà il prossimo candidato sindaco del centrodestra ancora non è dato saperlo. Ma potrebbe non essere complicato individuarlo. La coalizione che ha retto la giunta Cicchetti, in questi ultimi giorni si è incontrata ripetutamente per cominciare a ragionare su metodi, temi e nomi. Il metodo è ormai assodato. Saranno i cittadini a dire chi potrebbe essere il candidato sindaco e su quali temi dovrà preferibilmente lavorare la prossima amministrazione comunale. La rosa che verrà sottoposta al vaglio dei reatini sarà composta da quattro nomi. Tre sono già sicuri: Antonio Emili, Daniele Sinibaldi e Roberto Donati. Il quarto dovrebbe essere quello di Giovanna Palomba, ma l’assessore ai Servizi Sociali ha chiesto ancora qualche ora per sciogliere le sue riserve. In alternativa è pronto il consigliere provinciale Fabio Nobili.

I binari su cui si muove il centrodestra, comunque, sono chiari. I nomi individuati devono rappresentare tutte le anime della coalizione e soprattutto saranno nomi uscenti dall’attuale giunta. D’altra parte è questo quello che ha sempre chiesto il sindaco Antonio Cicchetti. E cioè che il suo successore il centrodestra lo avrebbe dovuto allevare in casa. E così probabilmente sarà. Il sondaggio, soprattutto suoi nomi, sarà un passaggio obbligatorio ma non certo vincolante per i partiti. Soprattutto se dai reatini dovessero uscire giudizi e numeri molto sfumati. Le risposte rappresenteranno comunque una indicazione importante che Forza Italia, Fratelli d’Italia, Lega e l’anima civica delle coalizione Io ci sto, non potranno ignorare. Insieme ai nomi i partiti di maggioranza sottoporranno ai cittadini anche i temi che potrebbero riguardare immigrazione, sicurezza, qualità della vita e gestione covid. Ancora da capire la tempistica. Difficile pensare che il tutto possa arrivare prima dell’estate, molto più facile ipotizzare il mese di settembre. I partiti di maggioranza dovranno anche capire se il sondaggio su temi e nomi possa essere unico oppure doppio.

 

In ogni caso la strada è stata tracciata. I quattro coordinatori cittadini Claudia Chiarinelli (Fratelli d’Italia), Simone Labonia (Forza Italia), Gianluca Coppo (Lega) e Andrea Cacciagrano (Io ci sto) andranno avanti seguendo queste linee guida che sembrano aver trovato la condivisione di tutti. In settimana altro summit, questo probabilmente per aggiungere il quarto petalo alla rosa: in pole position ci sarà Giovanna Palomba, in seconda battuta Fabio Nobili. In un momento successivo verrà individuata la società che dovrà gestire il sondaggio.