Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, università. Tavolo in Comune, le ipotesi per il salvataggio. Si punta alle sedi distaccate de La Sapienza e Tuscia

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Quattro proposte. Quattro linee programmatiche per salvare la Sabina Universitas. L’incontro di ieri, venerdì 18 giugno, in sala consiliare voluto dal sindaco Antonio Cicchetti ha avuto il merito di mettere tutti gli attori della vicenda di fronte alle proprie responsabilità. All’incontro hanno partecipato i rappresentanti del territorio nelle istituzioni locali, regionali e nazionali: i deputati Alessandro Fusacchia, Fabio Melilli e Paolo Trancassini, l’assessore regionale Claudio Di Berardino, il consigliere regionale Fabio Refrigeri, il Presidente della Provincia Mariano Calisse. Per il Comune di Rieti erano presenti anche il Vicesindaco Daniele Sinibaldi e il consigliere delegato all’università Letizia Rosati. I presenti hanno definito e concordato una serie di direttive strategiche.

 

Lavorare affinché, tra il prossimo ed il successivo anno accademico, le università che attualmente offrono corsi universitari a Rieti possano essere presenti nella città con proprie sedi e strutture, anche alla luce degli stanziamenti previsti nell’ultima legge di bilancio nazionale. Costruire una offerta formativa che renda Rieti Città Universitaria fortemente attrattiva. Attivare un percorso che delinei l’evoluzione del Consorzio Universitario reatino che comprenda un nuovo programma di offerta di servizi alle università, favorisca l’attivazione di nuovi percorsi formativi di natura extra-universitaria, anche in relazione alle occasioni offerte dalla Regione e dal Pnrr, e potenzi le attività di ricerca in collaborazione con gli enti di ricerca del territorio.

 

Superare le divergenze nell’approvazione del budget del consorzio Sabina Universitas alla luce delle novità emerse durante la riunione. Tale obiettivo potrà essere raggiunto anche attraverso un’ulteriore specifica erogazione finanziaria straordinaria da parte dei soci che vorranno contribuire.Il sindaco Cicchetti convocherà a cadenza periodica ulteriori riunioni al fine di monitorare le attività che verranno poste in essere nei prossimi mesi per il raggiungimento degli obiettivi. Il commento dell’ex presidente Roberto Lorenzetti. “Ritengo positiva la riunione in Comune sull’università, Sono emerse prospettive positive che in parte già erano note, cose che in ogni caso si concretizzeranno nella migliore delle ipotesi tra 2-3 anni. Per fare le cose ci vuole tempo. In tale contesto l’unico punto fermo resta la Sabina Universitas, sicuramente da superare ma non di certo ora. Chi ne esce a pezzi da questa vicenda è la Fondazione Varrone. Si è detto con chiarezza che quel budget deve essere approvato così com’è, esattamente come sosteneva il sottoscritto, insieme al cda e ai sindaci della Sabina Universitas”.