Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, sicurezza: telecamere e cancelli contro i vandali

Luigi Spaghetti
  • a
  • a
  • a

Giro di vite contro i vandali. Panchine divelte, aiuole e fioriere danneggiate e specchi stradali agli incroci mandati in frantumi. Per non parlare di bottiglie, cartacce, bicchieri e piatti di plastica che testimoniano bivacchi notturni abbandonati nei luoghi più suggestivi del centro storico. Questo il quadro che all’indomani di ogni fine settimana si presenta agli occhi dei residenti. “Un quadro desolante che oltretutto ha un costo per le casse del Comune costretto ad attivare interventi di pulizia e riparazioni straordinari per migliaia di euro – spiega il sindaco Antonio Cicchetti nel suo appuntamento televisivo settimanale -. Ad esempio consumiamo più specchi posizionati agli incroci stradali di un istituto di bellezza. E’ evidente che c’è qualcuno che si diverte a prenderli a sassate. Adesso, però, è giunto il momento di dire basta a un simile scempio. Queste persone dimostrano di non avere una coscienza e soprattutto senso civico, e allora è giusto che si intervenga con decisione. La città – continua il primo cittadino – non può restare in ostaggio, specie nel fine settimana, di questi balordi che devastano il bene pubblico o danneggiano auto in sosta approfittando dell’oscurità per dileguarsi”.

L’ultimo raid vandalico si è verificato nella centralissima piazza San Rufo: qui sono state divelte le assi delle panchine che il Comune sta provvedendo a ripararle. “In quel caso è evidente che qualcuno ha agito proprio per arrecare un danno consapevole di quello che stava facendo – spiega il sindaco -. E’ bene segnalare, è bene sapere, ma sarebbe bene anche operare con coscienza perché quello che è della città è di tutti”.

 

Per il momento il Comune sta predisponendo un piano per installare telecamere di videosorveglianza nei luoghi del centro cittadino divenuti luogo di ritrovo per i giovani specie nelle ore notturne e spesso teatro anche di risse e in alcuni casi, come a via di Porta Romana angolo vicolo di Santa Lucia e in prossimità del ponte Romano dove sono stati posizionati cancelli anti vandali dai residenti su autorizzazione del Comune. “In questo caso – spiega il sindaco – la criminalità come qualcuno vuole fare credere non c’entra. Chi spaccia (e in città ce ne sono tanti nonostante la meritoria opera delle forze dell’ordine che hanno arrestato diverse persone soprattutto stranieri) ha bisogno di agire in tranquillità e non si distinguono in questo tipo di azioni che farebbe alzare ulteriormente il livello di attenzione e di controlli. Qui il problema è rappresentato dai soliti balordi che di notte si distinguono con episodi deplorevoli trasformando portoni e vie del centro in latrine a cielo aperto e addirittura pronti a minacciare o a picchiare i residenti chi li richiamano all’ordine. Ma in questo caso – conclude il sindaco Antonio Cicchetti – entra in gioco anche il ruolo della famiglia che dovrebbe avere maggiori responsabilità e controlli sui propri figli”. Giusto, ma questa è un’altra storia.