Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, gatto ucciso in un condominio. Indagano i carabinieri forestali. Donna minacciata di morte

Esplora:

Lu.Spa.
  • a
  • a
  • a

Si chiamava Pilucca la gattina che da oltre cinque anni viveva in un condominio di case dell’Ater. Era accudita da una signora che l’aveva anche sterilizzata. La brutale uccisione della gatta, avvenuta davanti al garage della signora, è seguita di poche ore alle violente minacce di morte che un condomino ha fatto alla donna e al povero animale. “Il suo cane aggrediva la gattina, per questo gli avevamo chiesto di tenerlo legato quando usciva”, ha spiegato il figlio della donna. La donna è ancora sotto choc per come ha ritrovato l’animale, sangue ovunque e cranio fracassato. “Ora ho paura per lei”, ha tenuto a sottolineare il figlio.

Sull’episodio, denunciato dalla Lndc Animal Protection che sta assistendo legalmente la signora, stanno anche indagando i carabinieri forestali di Rieti e portato il corpo del gatto all’Asl e fare i primi accertamenti per morte violenta e l’autopsia. “L’altra mattina verso le 12 - spiega Emanuela Bignami - referente randagismo Lazio e responsabile della sezione Lndc Animal Protection di Ostia che ha seguito da subito la brutta storia - la signora che accudiva Pilucca è rientrata a casa e la gattina, come spesso faceva, era uscita dalla sua cuccia in cortile per salutarla, dopo di che è rientrata a casa e, nel giro di mezz’ora, è riscesa per dare da mangiare alla piccola, trovandola così, morente, davanti al garage, con il cranio fracassato e il sangue ovunque, compreso sulla macchina e sulla porta del garage della signora. Sappiamo che nei giorni passati c’erano stati momenti di alta tensione con un uomo che abita in una palazzina accanto, proprietario di un cane”.

 

“Alle nostre richieste di tenerlo legato quando scendeva nel giardino condominiale - spiega Alessandro, figlio della signora - davanti a diversi testimoni, ha inveito su mia madre minacciandola di percosse e intimandola che le avrebbe ammazzato il gatto. La denuncia è contro questa persona per le minacce pubbliche che ha fatto verso mia madre, mentre per la gattina siamo stati costretti a fare una denuncia contro ignoti. Mia madre vive sola, quella gattina era preziosa per lei”. L’ufficio legale di Lndc Animal Protection farà tutto il possibile perché chi ha commesso questo reato possa essere punito: “La persona che ha ucciso il gatto è pericolosa anche per gli altri esseri umani”.