Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incontro con il comandante della Municipale e processione dei ceri le prime "mosse" di Cicchetti

mar. fug.
  • a
  • a
  • a

Le prime firme sulle ordinanze di routine, gli approfondimenti sull'organizzazione della processione di Sant'Antonio di domenica prossima e un incontro con il comandante della polizia municipale il cui contratto è in scadenza proprio domenica. Queste le prime mosse da sindaco di Antonio Cicchetti nella giornata di ieri che, nel dialogo con Marta Scioscia, avrebbe affrontato anche la situazione della viabilità e del centro storico ma soprattutto la possibilità di ripristinare il servizio notturno dei vigili e le pattuglie a piedi da utilizzare come deterrente a episodi di microcriminalità registrati negli ultimi tempi. In attesa di entrare pienamente nelle dinamiche - vecchie e nuove - del Palazzo comunale, Cicchetti ha iniziato a lavorare. Ma è già chiaro che, probabilmente, prima di tante altre iniziative dovrà occuparsi della macchina amministrativa visto che la situazione delle dirigenze di settore è davvero difficile, come ha avuto modo di constatare spesso, suo malgrado, anche l'ormai ex sindaco, Simone Petrangeli. Nei prossimi mesi ci saranno almeno quattro dirigenti da dover rimpiazzare, a partire appunto dalla Polizia municipale e dal settore finanziario, entrambi in scadenza come art.110, ma anche per cultura e servizi sociali bisognerà trovare prossimamente delle nuove guide. Inoltre, Cicchetti potrebbe non avere troppo tempo a disposizione neanche per riflettere sul nuovo corso dell'azienda Asm - uno dei temi preferiti della sua campagna elettorale - visto che ieri circolava con insistenza la voce di un passo indietro (al momento non confermato ufficialmente) dell'attuale presidente dell'Azienda, Alessio Ciacci. Un gesto che sarebbe signorile da parte di Ciacci - nominato dalla giunta Petrangeli - ma che tornerebbe utile anche al centrodestra dato che eviterebbe una probabile guerra contro l'attuale Cda nei prossimi mesi. Nel caso il passo indietro di Ciacci non resti solo una voce di corridoio, Cicchetti dovrebbe provvedere quasi prima alla nomina del nuovo consiglio di amministrazione. Se, al contrario, l'ipotesi dovesse rivelarsi infondata, il sindaco dovrebbe comunque procedere alla nomina di un componente - donna, dettaglio non di poco conto - al posto di Elena Leonardi che si era dimessa per candidarsi nella lista Avanti Tutta in sostegno di Petrangeli. Un posto che potrebbe rientrare nello scacchiere dei delicati equilibri in costruzione in queste ore.