Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Autostrada, ladro fugge a 200 all'ora da Magliano Sabina a Guidonia. Dopo incidente viene arrestato dalla polizia

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Un inseguimento a 200 all’ora. Come nei film. Cinquanta chilometri di autostrada dal casello di Magliano Sabina a Guidonia a tutto gas per sfuggire ai poliziotti che lo braccavano. Alla fine dopo essere uscito dall’A1 sfondando le barriere è uscito fuori strada lungo le strade che portano a Guidonia. Protagonista del pomeriggio di martedì 9 giugno da film uno slavo di 51 anni che alla fine è stato arrestato dagli agenti della polizia stradale della sottosezione di Roma Nord. L’uomo è accusato di essere l’autore di alcuni furti nella zona di Orvieto messi a segno con due complici, un uomo e una donna. Inoltre deve rispondere anche del furto dell’auto, un’Audi, rubata a Baschi e di resistenza a pubblico ufficiale.

 

Tutto inizia nella giornata di lunedì quando ad Orvieto vengono messi a segno dei colpi. I poliziotti del commissariato del posto sono riusciti ad arrestare una donna e a recuperare parte della refurtiva, in particolar modo monili d’oro, all’interno di un’auto. I due complici uomini sono riusciti a fuggire. Ma dalla serata di lunedì è partita la caccia all’uomo. Uno dei presunti ladri martedì mattina ha rubato l’Audi a Baschi ed ha preso l’autostrada in direzione Roma. Infatti l’uomo, di origini slave ma italiano, risiede formalmente proprio nella Capitale. Ma non ci arriverà.

 

 

All’altezza di Magliano Sabina una pattuglia della Polstrada lo intercetta e gli intima l’alt. L’uomo a quel punto tenta la fuga disperata: 50 chilometri a tutta velocità cercando di seminare l’auto della polizia che tuttavia gli è rimasta sempre alle costole nonostante le manovre spericolate sull’autostrada. Ma il presunto ladro ci ha messo un po’ ad arrendersi. All’altezza di Guidonia ha girato per lo svincolo sfondando a tutta velocità la barriera. Poi ha iniziato una serie di manovre spericolate: sorpassi in curva, attraversamenti contromano. Tutto a folle velocità, fino a che la pattuglia della polstrada non ha stretto la sua auto in una cunetta. L’Audi è finita fuori strada. Il fuggitivo a quel punto ha tentato un’ultima carta: è uscito di corsa dall’abitacolo scappando a piedi in un bosco. Ma gli agenti lo hanno inseguito e bloccato. L’uomo è stato dunque portato a Fiano Romano e poi in carcere. Procede la Procura di Tivoli. Il fermo disposto d’iniziativa dai poliziotti è stato convalidato dall’autorità giudiziaria.