Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, in terapia intensiva solo due pazienti. Drastico calo dei contagi

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Rieti, due pazienti in terapia intensiva, 7 quelli ricoverati nel reparto di Malattie infettive, 80 persone positive in tutta la provincia. Sono i numeri della pandemia dopo mesi di campagna vaccinale, con la curva epidemiologica scesa drasticamente in tutte le aree del territorio che da giorni registra zero nuovi positivi. Tuttavia nelle ultime ore si deve registrare dopo diverse settimane un decesso, un uomo di 91 anni nell’area Covid del Pronto soccorso

Sembrano lontani anni luce i tempi in cui ogni reparto Covid allestito all’ospedale provinciale de’ Lellis era pieno di pazienti: l’area dedicata al pronto soccorso, altre due approntate all’ultimo piano del nosocomio, posti letto in Terapia intensiva (una struttura di 500 metri quadrati e 10 posti letto inaugurata il primo marzo scorso) e altri a Malattie infettive. 
“I reparti Covid, come accaduto fino ad oggi, vengono utilizzati a fisarmonica – dicono dall’Azienda sanitaria locale – e così sarà fino a passata emergenza. Da giorni il Reatino registra zero contagi, un risultato cui ha contribuito la campagna vaccinale: entro la fine di questa settimana la Asl avrà effettuato 100 mila inoculazioni tra prima e seconda dose, un risultato che ci fa tirare un sospiro di sollievo”. Tempo un altro mese e le aree deputate alla cura del Covid 19 potrebbero essere smantellate “Il calo drastico dei contagi e il ritorno alla normalità – aggiungono dalla Asl di via del Terminillo – non ci deve far abbassare la guardia continuando, ad esempio, a rispettare le misure legate al distanziamento sociale”.

 

Un risultato, dicevamo, il calo dei contagi, che sta finalmente “regalando” la sospirata normalità a tutti e che si ripercuote positivamente anche sul discorso degli accessi in ospedale e la richiesta di tamponi, pure questi scesi progressivamente. “Anche nei momenti più difficili – aggiungono dall’Azienda sanitaria reatina – siamo sempre riusciti a gestire bene la situazione e in questo senso la seconda Terapia intensiva ci ha molto aiutato, anzi ci ha risolto il problema”.  Che, speriamo davvero, a questo punto non serva più per combattere la pandemia. Come si spera che il ritorno alla quasi normalità regali una nuova normalità anche al servizio sanitario, affinché possa tornare ad occuparsi delle patologie “dimenticate” in questo lungo anno e più a causa della necessità di fronteggiare il Covid 19. E i cui effetti stiamo già vedendo e continueremo a vedere per un pezzo. Nel frattempo nelle ultime 24 ore, detto dei “zero nuovi casi positivi al test Covid-19” si registrano altri 12 nuovi guariti (1 a Rieti, 3 a Borgorose, 1 a Configni, 3 a Fara in Sabina, 1 a Magliano Sabina, 1 a Montasola e 2 a Poggio Mirteto). Il numero dei tamponi eseguiti e 258, quelli totali 94.911. Numeri che stanno spingendo sempre di più la provincia verso la fatidica soglia del Covid free.