Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Amazon, 400 posti di lavoro in più entro dicembre. Ecco il piano delle assunzioni a Passo Corese

Paolo Giomi
  • a
  • a
  • a

Amazon, il centro distribuzione FCO1 di Passo Corese si appresta ad abbattere un altro record, avvicinandosi, entro la fine del 2021, a quota duemila lavoratori assunti a tempo indeterminato nel solo centro di distribuzione situato in provincia di Rieti. E’ la proiezione resa pubblica dall’azienda, che ieri, annunciando le previsioni di crescita della propria pianta organica in tutta Italia, ha stimato solo per il Lazio un incremento di 750 unità entro dicembre.  Il dato non viene “parcellizzato” per ogni singola struttura della Regione – oltre al maxi-stabilimento FCO1 di Passo Corese, nel Lazio, c’è la seconda unità distributiva di Colleferro, FCO2, le tre delivery station di Roma Settecamini, Roma Magliana e Pomezia, e il nuovo centro per il servizio Amazon Prime Now di Roma -, ma se si considera che dei 1950 dipendenti a tempo pieno censiti alla fine del 2020, oltre il 70% lavora a Passo Corese, tenendo fede a questa proporzione non è insensato ipotizzare che oltre la metà dei nuovi assunti pianificati dal colosso americano finiranno proprio in terra sabina. 

 


Quindi almeno 400 saranno gli addetti che quasi certamente destinati al centro logistico in Sabina. Portando l’attuale numero dei dipendenti a tempo indeterminato, 1400, molto vicino alla soglia delle duemila unità. Il che rende la sola struttura logistica del polo coresino non solo di gran lunga la più grande realtà lavorativa di tutta la provincia di Rieti, ma dell’intero quadrante nord del Lazio.  “I nuovi posti di lavoro che creeremo nel corso dell’anno sono un’opportunità, sia per chi desidera cambiare lavoro e misurarsi con una nuova sfida, sia per quelle persone in cerca di occupazione – afferma la Country Manager di Amazon in Italia e Spagna, Mariangela Marseglia - perché siamo aperti a tutti i tipi di talenti e di istruzione. Le nostre politiche di gestione del personale ci hanno permesso di ottenere la certificazione Top Employer Italia 2021 per tutte le nostre attività nel Paese, dai magazzini di distribuzione ai centri di sviluppo".

 

“Negli ultimi dieci anni Amazon è diventata uno dei più importanti creatori di posti di lavoro in Italia – ha aggiunto il vicepresidente per L’Unione Europea del Customer Fulfillement di Amazon, Stefano Perego – tuttavia il nostro impegno non è solo una questione di numeri: in Amazon mettiamo la sicurezza e il benessere dei nostri dipendenti al centro della nostra attività, offrendo loro opportunità professionali stabili e ben retribuite”.  A livello nazionale, Amazon ha annunciato che da qui alla fine del 2021 saranno tremila i nuovi assunti a tempo indeterminato in tutte le sedi presenti sul territorio nazionale, numero che porterà così a quota 12.500 il personale della pianta organica tricolore del colosso americano.