Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti vaccino Covid, in sei mesi somministrate 100 mila dosi

  • a
  • a
  • a

La Asl di Rieti si gode il suo momento per essere balzata alle cronache di tutti i Tg nazionali, per l'organizzazione del primo Junior Open Day d'Italia, per la somministrazione del vaccino contro il Covid per le fasce di età 12-16 anni. “Abbiamo dimostrato che la buona sanità non è un concetto astratto su cui discutere nei forum o in tavole rotonde spesso noiosissime - spiegano dalla direzione generale -. La buona sanità é possibile, quando si lavora con professionalità, con spirito di abnegazione, quando si guarda al cittadino come persona e non come un mero numero da inserire in un codice a barre. E i cittadini apprezzano proprio come accaduto con gli oltre 200 giovanissimi che hanno risposto”. Insomma, un successo come dimostrano i numeri della Campagna vaccinale che in sei mesi si appresta a toccare quota 100 mila dosi somministrate in provincia. Archiviato anche l’ultimo open week AstraZeneca, si andrà avanti con le somministrazione su prenotazione. 

 

 Intanto si aprono nuove fasce di prenotazione che, di fatto, permettono la vaccinazione ai più giovani, così da avvicinarsi più rapidamente possibile all’immunità di gregge. Nel Lazio oltre un adulto su due è vaccinato. Sono già iniziate le prenotazioni per la fascia d’età 39-35 (nati 1982-1986); da oggi alle 24 fascia d’età 34-30 (nati 1987-1991); da giovedì alle 24 fascia d’età 29-25 (nati 1992-1996); domenica 13 giugno alle 24 fascia d’età 24-17 (nati 1997-2004). E da venerdì sul portale salutelazio.it saranno disponibili le prenotazioni anche presso i medici di medicina generale. Da martedì 15 la fascia d’età 12-16 anni (nati 2009-2005) dovrà rivolgersi per la prenotazione al pediatra di libera scelta medico di medicina generale da cui è assistito.

 

Da oggi il coprifuoco scatterà alla mezzanotte e non più alle 23. Dal prossimo 21 giugno il divieto di circolazione per le persone nelle ore notturne verrà abolito in tutta Italia. Niente limitazioni per gli spostamenti e orari liberi per i locali pubblici. All’aperto in zona bianca non ci sono limiti, tranne il distanziamento di un metro tra i tavoli; mentre nei bar e nei ristoranti al chiuso potranno sedere allo stesso tavolo massimo sei persone non conviventi. Possono sedersi assieme, però, due nuclei familiari. In zona gialla resta il limite di 4 persone non conviventi per tavolo, sia al chiuso che all’aperto.