Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, parco dello sport e del wellnes. I primi cantieri pronti a partire

Esplora:

Monica Puliti
  • a
  • a
  • a

Non uno, ma ben tre cantieri ai nastri di partenza. Sono quelli che si apriranno a giorni – “metà giugno” assicura il consigliere comunale con delega allo Sport, Roberto Donati - a Città Giardino, zona candidata a diventare vera e propria cittadella dello sport e del benessere. “L’iter di gara è concluso – dice Donati -, la prossima settimana procederemo con l’affidamento diretto alla ditta, tra due dovrebbero partire i lavori che ridisegneranno il volto dell’area verde che corre lungo via Dupré Theseider, a ridosso del fiume Velino, occupata da tempo da terreni incolti”. Una lingua di terra in un contesto naturalistico di pregio, che gli interventi legati al bando Periferie “Rieti 2020” – del valore di un milione di euro – strapperanno all’abbandono in cui versa da anni.

“L’area – aggiunge il consigliere – diventerà un parco dello sport: accoglierà una pista per lo skateboard, un campetto di calcio 3 contro 3, una pista per biciclette per bambini, attrezzi per l’allenamento a corpo libero”, il tutto corredato da elementi di arredo urbano e verde pubblico. Contestualmente partiranno, lì a due passi, gli interventi di riqualificazione del PalaCordoni e della piscina comunale. Per quel che concerne la prima struttura, il progetto, per un investimento complessivo di un milione e 54 mila euro, prevede il suo ammodernamento e ampliamento con lavori che riguarderanno gli spogliatoi (con la realizzazione di nuovi così come di locali tecnici), l’adeguamento dell’impiantistica, l’abbattimento delle barriere architettoniche, la realizzazione di un elevatore a servizio delle tribune e l’adeguamento degli spazi che accolgono le scale di sicurezza esterne con nuovi rivestimenti delle facciate.

 

Anche la piscina comunale di via Theseider sarà oggetto di un’importante opera di ristrutturazione e ampliamento attraverso due tipologie di interventi: la prima riguarderà il “restauro” della parte esistente, mentre la seconda si occuperà della costruzione di un’altra piscina nella zona più bassa, con una profondità massima di 1.10 metri, con l’installazione di scivoli acquatici. Pavimentazioni e recinzioni saranno sostituite e nella parte a ovest del fiume Velino sarà realizzata un’area verde con zona pic nic, mentre a est si troverà l’ingresso al centro natatorio, su via Theseider. Valore complessivo dell’opera, anche in questo caso, poco più di un milione. I tre cantieri, legati a “Rieti 2020”, sono stati affidati ad altrettante ditte: una reatina (PalaCordoni), una di Caltanissetta (la piscina) e la terza di Ascoli Piceno.