Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, Sant'Antonio. Per la seconda volta salta la processione dei Ceri

  • a
  • a
  • a

La processione di Sant’Antonio non si svolgerà per il secondo anno consecutivo. Manca ancora l’ufficialità ma la Pia Unione sta già rimodulando il programma del Giugno Antoniano. Non era mai accaduto che la processione dei Ceri, tradizionalmente in programma l’ultima domenica di giugno, venisse stoppata per due anni di fila ma la situazione della pandemia pur in deciso miglioramento impone ancora accorgimenti in fatto di rispetto delle norme antiassembramento e sul distanziamento per contrastare la diffusione del virus.


Dunque mancherà anche quest’anno il tradizionale transito della statua per le vie del centro, trasportata a spalla dai portatori della Pia Unione di Sant’Antonio. Una situazione come detto obbligata nel rispetto di organizzazione, partecipanti, volontari e ovviamente cittadini e fedeli. Ma contrariamente alla processione il Giugno Antoniano non si fermerà e nel pieno rispetto delle norme anti-covid garantirà celebrazioni religiose ed eventi nella chiesa e nel chiostro di Sant’Agostino (la chiesa di San Francesco è chiusa per lavori di messa in sicurezza). Sul programma opera da settimane la Pia Unione di Sant’Antonio di Rieti, di concerto con Chiesa di Rieti. La parte spirituale legata al Santo, insomma, non mancherà. La statua, inoltre, verrà esposta a Sant’Agostino, così come accaduto lo scorso anno.

Sui fuochi d’artificio che tradizionalmente chiudono l’evento annullati lo scorso anno, la Pia Unione sta lavorando per trovare la soluzione migliore. La presentazione ufficiale del programma del Giugno Antoniano prevista nei prossimi giorni chiarirà ogni aspetto su come rendere omaggio in sicurezza al Santo più amato dai reatini.