Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, vaccini al PalaMalfatti. La struttura a disposizione dei medici di famiglia

P. C
  • a
  • a
  • a

“Entro la prossima settimana, come Provincia di Rieti, sottoscriveremo un accordo con l'ordine dei medici di base per l'utilizzo gratuito della struttura del PalaMalfatti che verrà utilizzato come centro vaccinale dai medici di famiglia”. A parlare il presidente della Provincia di Rieti Mariano Calisse.  “Il Palamalfatti – spiega Calisse - era stato posto sotto sequestro, mentre era in comodato al Real Rieti, per il mancato adeguamento antincendio. Come Provincia ci siamo subito attivati per avviare le procedure per il dissequestro e proprio la scorsa settimana la settimana il Tribunale di Rieti mi ha notificato l'atto di dissequestro della struttura”. 

 

Ed ecco entrare in campo l'Ordine dei medici di base ed il presidente Enrico Tittoni che da tempo stava cercando un luogo da adibire a centro vaccinale per i medici di medicina generale. “Qualche tempo fa – dice il presidente Calisse – il dottor Tittoni mi aveva avanzato la formale richiesta di concedere all'ordine, in comodato d'uso gratuito, una struttura di proprietà della Provincia che potesse essere idonea per essere trasformata in un centro vaccinale”.  La notifica del dissequestro del PalaMalfatti ha reso le cose molto più semplici e così, sempre Calisse, “Oggi siamo in condizione, a seguito del dissequestro, di poter firmare un accordo con l'Ordine dei Medici e concedere loro questa struttura per un utilizzo importante in un momento come quello che sta vivendo la nostra collettività e l'intero Paese. Sarà una marcia in più per la nostra città che potrà aumentare il numero delle somministrazione dei vaccini. Solo così riusciremo a vincere questa battaglia”. 

 


E così un'altra storia finisce bene con la polizia giudiziaria che toglierà i sigilli al palazzetto per permettere di trasformarlo, anche se temporaneamente, in un centro vaccinale che utilizzeranno i medici di medicina generale per somministrare le dosi di vaccino ai loro assistiti in una struttura con spazi molto più ampi rispetto agli studi medici ed un grande parcheggio all'esterno evitando così assembramenti e file d'attesa. L'Ordine dei medici aveva chiesto, per voce del suo presidente, dottor Enrico Tittoni proprio una struttura che avesse tutti i requisiti per diventare un centro vaccinale. Quale luogo migliore del Palamalfatti? Firmato l'accordo con la Provincia per il comodato d'uso gratuito servirà il tempo necessario per allestire le postazioni e a quel punto Rieti, dopo l'apertura dell'hub alla caserma Verdirosi, avrà il suo quarto centro vaccinale. Un ulteriore passo avanti per raggiungere un numero ancora più alto di cittadini vaccinati.