Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, spaccia per 12 anni. In manette uomo di 56 anni accusato di traffico internazionale di stupefacenti

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Rieti, gli agenti della squadra mobile e del posto di Polizia di Passo Corese della Questura di Rieti hanno arrestato S.D., del 1965, residente in Sabina, in ottemperanza ad un ordine di esecuzione emesso dalla Corte di Appello di Roma, dovendo l'uomo espiare una pena residua detentiva comminata per aver commesso, dal 2004 al 2016, attività di spaccio e di traffico internazionale di droga. L'uomo, infatti, è stato più volte condannato per aver ceduto stupefacenti in provincia di Roma ed a Fara Sabina, nonché, addirittura, per una attività di traffico internazionale di stupefacenti recapitati e prelevati a Passo Corese, nel 2016, da un Tir di provenienza bulgara, in occasione del quale la Polizia di Stato lo aveva arrestato, insieme ad altre due persone, per traffico internazionale di stupefacenti, trovandolo in possesso, complessivamente, di oltre 70 kg di marijuana.

 

Gli Agenti della Polizia di Stato, incaricati dell'esecuzione dell'ordine detentivo, lo hanno rintracciato nella sua abitazione sabina e lo hanno arrestato conducendolo presso la Casa Circondariale di Velletri dove trascorrerà il periodo detentivo comminatogli di oltre 9 anni di reclusione, in parte già espiati. Complessivamente l'uomo dovrà ancora permanere in carcere per oltre 4 anni e pagare una multa di quasi trentamila euro, così come disposto con sentenza della Procura della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma.

 

Insomma giunge al capolinea un'attività contro lo spaccio che è iniziata negli anni scorsi. Il canale che da Roma rifornisce la Sabina, specialmente la zona di Passo Corese, è uno dei più "attenzionati" dalle forze dell'ordine. Le zone di confine della provincia a ridosso dell'area metropolitana sono quelle più sensibili come hanno dimostrato le indagini a carico dell'uomo che è stato poi condannato per il traffico di stupefacenti che aveva propio nell'area della Bassa Sabina un punto di approdo al livello internazionale.