Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Fiano Romano, il sindaco riapre parchi e piazze. "Bisogna tornare alla normalità"

  • a
  • a
  • a

Fiano Romano, dopo le scuole riaprono parchi, piazze, luoghi di aggregazione all’aperto e pista ciclabile. Il sindaco Ottorino Ferilli, infatti, ha deciso di non prorogare ulteriormente le ordinanze di chiusura degli spazi pubblici all’aperto. Una decisione che si muove parallelamente ad alcuni interrogativi inviati direttamente al Governo: “E’ il momento di sapere – si domanda Ferilli – quale piano si intende attuare per risollevare il nostro Paese. Proseguire la conta dei positivi e auspicare di cambiare colore di zona da una settimana all’altra, purtroppo è una dinamica che sta mettendo in ginocchio le famiglie, i lavoratori autonomi, le imprese che sono il cuore pulsante di un comparto totalmente ignorato. Il virus non è scomparso e noi lo sappiamo bene, ma è arrivato il momento di lasciare gli ormeggi e iniziare a convivere con la pandemia senza sfilacciare oltremodo il nostro tessuto sociale".

 

Non ho prorogato le ordinanze di chiusura. Però è anche il tempo, ora, di affrontare la situazione sotto diversi punti...

Pubblicato da Ottorino Ferilli su Lunedì 12 aprile 2021

 

Le vaccinazioni proseguono a ritmi serrati. "Nel Lazio abbiamo superato la soglia di 1 milione e 300mila somministrazioni, sono in diminuzione decessi e ricoveri. A Fiano vacciniamo 200 persone al giorno. Questo perché ci sono altri numeri che mi preoccupano moltissimo e non possiamo far finta di non leggere aumentano le persone colpite da depressione, i tentativi di suicidio a autolesionismo tra i giovani cui non dimentichiamo mai ogni giorno di addossare il peso di essere troppo leggeri e irresponsabili di fronte alla pandemia senza andare oltre”, conclude Ferilli. 

 

A Fiano il virus nelle scorse settimane la situazione dei contagi aveva preoccupato noin poco e il sindaco aveva chiuso dunque diverse aree pubbliche che ora tornano, invece, fruibili. "A Fiano con la rete interistituzionale messa su, necessaria per poterci rialzare senza stare perennemente “in zona rossa” si sta cercando di dare risposte concrete. L'orientamento con un servizio telefonico attivo dedicato a dare risposte sulla pandemia è uno dei tanti esempi che sta dando una gran mano. Il lavoro dei nostri dipendenti comunali, Servizi Sociali, rete di volontariato è fondamentale. Un impegno, ogni giorno, finalizzato a mappare i disagi delle famiglie e risolvere problematiche. L’allarme sociale c’è. La crisi economica c'è. La pandemia c’è. Le soluzioni ci sono", ha concluso il sindaco.