Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti, polizia in prima linea nonostante il virus: 55 persone arrestate

Esplora:

Pa. Cor.
  • a
  • a
  • a

Anche la Polizia di Rieti ha festeggiato il 169° anniversario della sua fondazione. Il questore Maria Luisa Di Lorenzo, alla presenza del vice prefetto Vicario Luisa Cortesi, ha deposto una corona in memoria dei caduti, al cippo del cimitero comunale. Quest’anno il questore ha sottolineato anche i 40 anni della Riforma della pubblica sicurezza con la legge del 1981. “La smilitarizzazione – ha detto Maria Luisa Di Lorenzo - ha significato aprire alla parità di genere. E poi il rinnovamento e il rinascimento culturale hanno portato alla teoria della sicurezza condivisa e partecipata, che ha rideterminato il rapporto tra comunità e forze di polizia. Io – ha concluso il questore - sono figlia di questa riforma: vigilare sulle norme, prevenire e reprimere i reati e soccorrere in caso di calamità ma sempre rispondendo ai bisogni dei cittadini”.

 

Una cerimonia sobria imposta dalla pandemia che, come sottolineato dal questore, non ha rallentato l’attività della polizia che ha mantenuto il numero dei dati operativi rispetto all’anno precedente. L'anniversario è stata anche occasione per tracciare un consuntivo dell’attività svolta nel 2020 a Rieti che ha portato all'arresto di 55 persone, 46 dalla Squadra Mobile di cui 26 per spaccio di sostanze stupefacenti e 9 dalla squadra volante e alla denuncia in stato di libertà di 285 persone, 45 per spaccio con il sequestro di ingenti quantità di marijuana, cocaina, hashish ed eroina. Particolare attenzione anche al contrasto dei fenomeni persecutori in ambito domestico che ha portato all’esecuzione di misure cautelari nei confronti di uomini, denunciati per stalking e violenze fisiche nei confronti delle conviventi. Sette gli ammonimenti per stalking e sei per violenza domestica.

 

Attuati anche servizi di controllo in provincia da parte della Digos che ha messo in campo 800 pattuglie. L'attività di controllo della polizia postale e delle comunicazioni ha portato alla denuncia in stato di libertà di 58 persone. L’attività di prevenzione e controllo del territorio la questura di Rieti, sia nel capoluogo che a Terminillo e nel territorio di Passo Corese, ha portato all'arresto di 9 persone e 149 denunciate invece in stato di libertà. Inoltre sono stati costantemente promossi controlli per il rispetto dei divieti di assembramento e di spostamento all’interno dei Comuni e delle Regioni, come pure l’utilizzo della mascherine e emanati provvedimenti di chiusura degli esercizi pubblici dove non erano state rispettate le regole. Servizi che continuano ad oggi per limitare la diffusione del coronavirus.