Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rieti Covid, già vaccinati 32.830 reatini. Oltre 10 mila hanno fatto già il richiamo

Esplora:

  • a
  • a
  • a

In poco più di tre mesi la Asl di Rieti ha già vaccinato oltre 32 mila reatini. Un record che pone l’azienda sanitaria locale tra le più virtuose del Lazio in fatto di dosi somministrate. Ad oggi (tra i centri ex Bosi di Rieti (con orario notturno fino alle 22), il Distretto Rieti 1 di via delle Ortensie, Poggio Mirteto e Magliano Sabina) sono 32.830 le dosi totali di vaccino somministrate nel reatino, di cui 22.823 prime dosi (16.931 sono Pfizer e 5.892 sono AstraZeneca) e 10.007 seconde dosi. 

Sono 12.987 gli ultra ottantenni chiamati a vaccinarsi in provincia di Rieti. Dal 58% della settimana scorsa i vaccinati ora superano quota 67% in prima dose e il 43% in seconda dose. “Gli over 80 anni - fanno sapere dalla Asl - sono una delle fasce vulnerabili che l’azienda sta vaccinando in via prioritaria; con essi ci sono anche altre fasce di persone vulnerabili, con patologie. In tal senso ad oggi sono oltre 1.000 le persone estremamente vulnerabili vaccinate o in fase di vaccinazione. Tra questi figurano i pazienti onco-ematologici, le persone affette da obesità, i pazienti con scompenso cardiaco, i diabetici, i pazienti in terapia immunosoppressiva, i pazienti affetti da patologie reumatiche autoimmuni”.
La Campagna vaccinale della Asl, seguendo il Piano regionale, al momento ha coinvolto anche le fasce di età 79–76 anni, le cui vaccinazioni sono in corso (la copertura nelle fasce di età 70-79 anni al momento è del 20%). Sono state aperte anche le prenotazioni per la fascia 65-64 anni, mentre dalle 24 di oggi, saranno aperte le prenotazioni per le classi di età 63-62 anni. 
Proseguono spedite anche le vaccinazioni a domicilio per le persone non autosufficienti che si sono prenotate al numero verde 800.118.800. Ad oggi sono infatti 2.028 il numero di dosi somministrate da parte del personale sanitario del Servizio di Assistenza Proattiva Infermieristica della Asl di Rieti. 

Grazie alla collaborazione tra la Asl e i medici di medicina generale, da un mese è attiva la vaccinazione da parte dei Medici di famiglia. Si tratta di una svolta nella vaccinazione anti Covid19, poiché la rete dei medici di famiglia sul territorio è tale, da raggiungere anche i residenti nelle zone più remote. In 39 giorni il numero di dosi somministrate si attesta a quota 2.696.

 

 

Nei prossimi mesi nuove iniziative saranno rivolte a categorie di cittadini, come avvenuto per le due giornate organizzate dedicate alla vaccinazione delle persone con obesità presso l’ospedale de’ Lellis di Rieti (e che tra oggi e domani saranno richiamati per la somministrazione delle seconde dosi) o delle giornate dedicate agli over 80 anni delle aree colpite dal Sisma presso il PASS di Amatrice. Inoltre, con l’arrivo dato ormai per imminente di altre tipologie di vaccino, è allo studio l’apertura di nuovi centri vaccinali, per raggiungere un numero sempre maggiore di persone con una attività mirata e sicura.